Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

A Montalbano teatro a Occhi aperti

Teatro, musica e poesia per la V edizione di “Occhi aperti”, la rassegna teatrale estiva di Montalbano Jonico organizzata dall’Ensemble Teatro Instabile in collaborazione con l’Amministrazione comunale- Assessorato alla Cultura. Ad ospitare i cinque appuntamenti in cartellone sarà ancora l’emozionante palcoscenico a cielo aperto del Giardino delle mura medievali. Ad aprire la rassegna,  affidata anche quest’anno alla lungimirante e accorta direzione artistica di Giuseppe Ranoia, sarà, domenica 6 agosto, uno spettacolo di teatro-canzone dell’eclettico artista salentino Umberto Papadia. "A me mi basta un mi - Farneticazioni di un cantastorie auto-referenziale" il titolo del recital. In scena:  U’ Papadia, una chitarra, un MI catartico e una band di “campioni” dal sound ipnotico. Si cantano storie d'amore. Amore impossibile. Amore proibito. Amore blindato. Amore mai nato. Amore finito. Amore mai finto. Uno spettacolo folk-rock fatto di testi e musiche originali, con incursioni nella tarantella d'autore e nel rock internazionale. Si viaggia a bordo di un treno ritmico che parte lento e si lancia a tutta velocità, senza meta, attraversando le farneticazioni amorose di un inguaribile romantico. Un concept nudo e crudo, sincero, auto-ironico, espressione di un cantastorie navigato e navigatore, errando sempre sulla rotta dell’amore. Uno show fuori dagli schemi, una performance prossima alla follia, da vivere in prima persona, sempre meglio che farselo raccontare. Secondo appuntamento il 12 agosto con l’ “Omaggio ad Albino Pierro nel centenario della nascita” di Antonio Petrocelli che, per l’occasione torna nella sua Montalbano, con un raffinato reading di poesie  tratte dall’opera del poeta di Tursi. Il 20 agosto  sarà la volta dell’ “amore a colpi di poesia” di Vito De Girolamo in “I Corteggiatori”. Poi,  il 24 agosto, un tuffo tra le pagine della scrittrice lucana Mariolina Venezia grazie ad un’altra lucana doc, l’attrice Egidia Bruno che porta in scena “Mille anni- l’inizio”, tratto dal romanzo “Mille anni che sto qui” vincitore del Premio Campiello. Chiude la rassegna il  26 agosto “Nino”, un excursus sulla figura del maestro Nino Rota, di e con Lalla Esposito. Ad aleggiare tra uno spettacolo e l’altro sarà lo spirito del patriota e letterato Francesco Lomonaco, a cui la rassegna è dedicata. Dalla piccola Montalbano, Lomonaco trovò a Napoli la prima importante platea e poi in Francia, dove riparò dopo essere riuscito a  sopravvivere alla reazione borbonica che nel 1799 soffocò  nel sangue i moti della Repubblica Partenopea. Espressione altissima dell’età dei lumi e precursore del pensiero risorgimentale, Lomonaco divenne presto un faro nei salotti letterari, frequentati da quanti dicevano di avere a cuore le sorti della Patria, affascinati dalle sue idee unitarie. Un intellettuale, dunque, di primissimo piano che Giuseppe Ranoia ha ritenuto doveroso ricordare nella città che gli ha dato i natali  con una serie di letture tratte dai suoi scritti che  precederanno gli spettacoli in programma, facendo da ideale filo conduttore della rassegna. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21. L’ingresso è libero.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

I 18 anni di mio figlio autistico. Finché c’è scuola c’è speranza, e oltre la…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

E così mio figlio autistico ha compiuto i 18 anni...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione