Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Il borgo di Acerenza si racconta attraverso scatti fotografici

“Acerenza Racconta”. È il titolo di una mostra fotografica inaugurata qualche giorno fa nel caratteristico centro storico di uno dei più belli borghi d’Italia. Un'esposizione di immagini riprese dai partecipanti al corso fotografico indetto dalla Pro Loco di Acerenza nel corso di quest’anno e tenuto dal fotografo Stefano Quattrini.Insieme alla Pro Loco, la civica amministrazione ha voluto sponsorizzare questainiziativa per far risaltare questo luogo di storia e leggenda. Piccolo Comune della provincia di Potenza, Acerenza, con appena 2385 abitanti, posta su un altipiano dai fianchi ripidi, tra il fiume Bradano e il suo affluente Fiumarella è denominata città cattedrale” per l’imponente tempio che troneggia al centro del borgo antico, dedicato a Santa Maria Assunta e a San Canio (XI-XIII sec.). La mostra vuole raccontare appunto del passato e del presente, dei suoi monumenti, dei suoi particolari architettonici, delle sue vie, delle botteghe e dei mestieri che vitalizzano la quotidianità del borgo, dei paesaggi appena fuori il paese, delle distese aspre e dolci allo stesso tempo, degli scenari incorrotti, della natura generosa di colori e di doni. La mostra è un omaggio anche alla terra di Lucaniadove vengono esaltati scorci di storia, paesaggi e passioni che ogni giorno sfidano la modernità preservando i segreti dei tempi passati. La scintilla creativa di ciascun autore si è dunque espressa in tre scatti in grado di narrare storie di vita, di luoghi e di emozioni filtrati dall’obiettivo di una macchina fotografica.L’evento fotografico ha visto un interesse e un impegno con cui i partecipanti hanno voluto premiare il lavoro svolto dagli organizzatori dell’iniziativa che non si è limitato soltanto all’apprendimento di tecniche e valutazione di attrezzature ma ha fatto proprio il concetto sapientemente racchiuso nella celebre citazione di Henri Cartier-Bresson: “Fotografare è riconoscere nello stesso istante e in una frazione di secondo un evento e il rigoroso assetto delle forme percepite con lo sguardo che esprimono e significano tale evento. È porre sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore”.La mostra sarà visitabile per tutto il mese di agosto.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

I 18 anni di mio figlio autistico. Finché c’è scuola c’è speranza, e oltre la…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

E così mio figlio autistico ha compiuto i 18 anni...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato