Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Il premio Siris e l’associazione Epicanto, un valore aggiunto per Episcopia

L’edizione del premio Siris 2017 è arrivata alla sua settima edizione. Il grande evento organizzato, nel periodo estivo, dall’associazione di Episcopia, Epicanto è molto vicina dal festeggiare il decennale. Un premio nato nel 2011 come riconoscimento culturale destinato a chi si è distinto in vari campi, ma anche a chi vuol conoscere la realtà lucana nei vari ambiti storici, ambientali e gastronomici.Un evento che è diventato importante col passare delle edizioni e che a dire di molti è riuscito ad accendere una lucefissa su un territorio, quella della valle del Sinni, da sempre oscurato forse dimenticato e tante volte emarginato. Con le armi della storia e della cultura come conoscenza del proprio territorio l’associazione Epicanto con il suo Premio Siris ha avuto la possibilità di sollecitare l’attenzione di tutte le istituzioni da quelle locali fin anche quelle regionali. Ha saputo far eco a livello regionale cercando di aprire una vetrina sulle identità di uno dei più bei borghi della Lucania. Unico con l’affaccio del castello su una piazza. Sacrifici, impegno costante dei soci ma anche la “capa tosta” e la perseveranza del Presidente, la professoressa, Elisa Conte Colangelo, donna infaticabile nel testimoniare che la conoscenza è l’unica arma di salvezza di queste comunità che altrimenti sono destinate alla morte. Ed ecco allora il cammino tortuoso, infaticabile di tutti ma di tanti che in questi anni hanno cercato di costruire, un tassello alla volta, un percorso nuovo, diverso dalle solite feste di piazze, per studiare e capire da dove veniamo, cosa siamo e dove vogliamo andare. Conoscere il proprio passato per sapere dove vogliamo andare. Il premio Siris è questo. Un luogo di studio, di conoscenza ma soprattutto un attrattore vero per cercare di richiamare l’attenzione di genti di diverse cultura a venire nel nostro territorio tra la nostra comunità per darci una mano forte e concreta per restare vivi con la nostra storia e la cultura lucana. In questi anni tanti sono stati le personalità che tramite Epicanto e la professoressa Elisa Conte Colangelo sono passati per le strade di Episcopia. Vale la pena ricordare la presenza di Irene Pivetti, dell’Ambasciatore Eugenio D’Auria, del maestro Franco Rizzo e dello scrittore Giancarlo Pirazzini a cui nel 2012 furono donate le chiave del paese.Per ricordare nel 2013 ilconsole generale del Venezuela Bernardo Borgès; l’astrofisico Sabatino Sofia, nato ad Episcopia, già direttore della Nasa e rettore università Yale, il generale dell’aereonautica militare in quiescenza Carlo Bertelè, l’imprenditrice russa Victoria Petrova. In quella terza edizione fu assegnata la prima borsa di studio intitolata al maestro Vincenzo Canneto, la prima vincitrice fu Fiammetta Viceconte che riportò il massimo dei voti alla maturità scientifica.Ci fu il riconoscimentodel nastro d’Argento a Vincenzo Rosato, per aver diffuso i circoli lucani al Nord e al prof. Michele D’Alascio per il suo libro di poesie. Nel 2014 ci fu la presenza di Riccardo Nencini, Paride Leporace, Angelo Oliveto, Alexandre Ussurov, del giornalista Angelo Rossella.Ad agosto del 2015 il Premio Siris ospitò Vittorio Sgarbi, Nicola Timpone, Agnese Belardi, Pasquale Apicella, con una donna speciale Gaia Amaral conduttrice televisiva e attrice brasiliana naturalizzata italiana, di padre brasiliano e madre italiana, che vive e lavora in Italia.Poi il 2016 con il premio a Laura Valente nome d'arte di Laura Bortolotticantante dei Matia Bazar e moglie del grande cantante lucano Pino Mango. Il 2017 il premio al campano Sebastiano Somma attore di cinema e teatro che è riuscito ad interpretare alcuni classici della commedia napoletana come "Miseria e nobiltà" e “Napoli milionaria!". Ma il premio più significativo e di pregio a due donne di impegno culturale, storico e civile: l’Avv. Maddalena Falabella e Antonella Viceconti. La prima con l’associazione “A Castagna Ra Critica” da sempre impegnato nel recupero e nella valorizzazione della storia e delle costumanze non solo culturali, gastronomiche e religiose del territorio lagonegrese e non solo.Antonella Viceconti, Presidente regionali del C.I.F, Presidente del Consiglio comunale di Lauria anch’essa una risorsa e un valore aggiunta dell’impegno nel sociale e in ambito civile. Due donne lucaneriservate, di stile sobrio, ma di grande passionalità con il desiderio di accrescere la cultura in Lucania. Un premio anche al Professore Sisinni, docente universitario,da sempre conoscitore degli ambiti culturali della Lucania. Un premio Siris significativo a Giuseppe Lo Fiego ad un ragazzo di Episcopia famoso nella fotografia cinematografica di video naturalistici. Questo è Epicanto, questo è il premio Siris. Nessun può pensare di poterlo boicottare, oscurarlo o peggio condizionarlo fino a costringerlo a chiudere i battenti. Epicanto, il premio Siris e i tanti che lo compongono e ci lavorano pensano da sempre ad una nuova Episcopia che crescendo (culturalmente) riuscirà a restare unita. L’edizione 2017, con tanta gente al seguito, questo in ogni caso ha voluto dire. Forse la politica ne deve tener conto perché dalla cultura, quella vera, esce sempre la migliore proposta possibile con candidati credibili.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Banner Marf

Editoriale

La tentazione pigliatutto della sindaca-segretaria. Ma ora lo Statuto dice che deve dimettersi

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Con il primo consiglio comunale parte ufficialmente l’amministrazione a guida...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato