Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

A Teana si parla di tradizione tessile come nuova opportunità di sviluppo

La lavorazione dei tessuti vegetali come opportunità di sviluppo di un territorio che vuole riappropriarsi della sua vocazione agricola e artigianale. Se ne parlerà a Teana martedì 5 settembre, alle ore 18,30, preso la sala multimediale “Marino di Teana”. Teana, piccolo centro dell’Appennino Lucano posto sul crinale tra i torrenti Sinni e Serrapotamo,con i suoi 613 abitanti da qualche anno ha iniziato un lavoro di valorizzazione e radicalizzazione del patrimonio-storico-culturale-artistico al fine di tutelare le risorse del luogo. Una comunità che sente il bisogno di riappropriarsi delle radici culturali del proprio territorio di cui il Museo della civiltà contadina di Teana è un punto di partenza. La raccolta degli oggetti iniziata nel 1985 per volontà di un gruppo di maestri di Teana, si è conclusa nel maggio del 2004 con la nascita del Museo della Civiltà Contadina. Il valore storico-antropologico degli oggetti spinge a valorizzare questo patrimonio attraverso azioni che vadano oltre un esercizio di indagine oggettiva diventando occasione di approfondimento socio-culturale avvalendoci di un approccio basato sulla cultura materiale. Da qui nasce il progetto della teanese Maria Silvestri approvato dall’ente civico del paese e inserito dalla Regione nel Patrimonio interculturale della Basilicata. “Il desiderio– sottolinea la promotrice del progetto Maria Silvestri- è quello di non disperdere la memoria dei nostri avi. Quelle sane abitudini che in fin dei conti valorizzano la nostra identità storica e culturale del territorio”. Un territorio, quello di Teana, che storicamente è legato alla cultura del tessile. “Fin dall’ottocento- continua Maria Silvestri- in ogni abitazione del paese vi era un telaio dove le donne del posto si dedicavano a tessere indumenti di vario tipo” Il progetto ha il fine di rilanciare queste tradizioni e non solo. “Il mio progetto – precisa ancora la Silvestri- ha un intento doppio. Non solo attenzione alla storia del mio paese, ma la memoria come opportunità di rilancio economico del territorio di Teana” Rilanciare le tradizioni creando opportunità di lavoro cercando di incidere sulle gravi percentuali di spopolamento del territorio lucano. Un rilancio economico con lo scopo di creare una attività di nicchia che colga l’attenzione di imprenditori di prestigio a livello nazionale. “Per questo- conclude Maria Silvestri- al nostro incontro abbiamo chiamato a raccolta imprenditori importanti che da tempo lavorano nel settore dei tessuti biologici con esportazioni anche in paesi oltre i nostri mari”. Dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Teana, Vincenzo Fiorenza, Maria Silvestri ideatrice e promotrice, illustrerà i contenuti del progetto insieme a Domenico Cerbino, Responsabile Alsia A.A.S.D “Pollino”, Domenico Romaniello Direttore Alsia, Enzo Salomone, amministratore EVRA, Maria Silvestri, curatrice del Progetto,Pasquale Filippelli,Perito Tessile Regione Calabria, Ivana Pantaleo, Eco- stilista e imprenditrice e Vincenzo Buglione Farmacista. Concluderà l’Assessore regionale alle politiche agricole e forestali, Luca Braia.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

I 18 anni di mio figlio autistico. Finché c’è scuola c’è speranza, e oltre la…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

E così mio figlio autistico ha compiuto i 18 anni...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato