Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Il 2 dicembre si inaugura a Senise la mostra «Bambini, storie di viaggio di speranza e di filo spinato»

Le storie dei bambini sono al centro della mostra che viene inaugurata a Senise (Potenza) il 2 dicembre, alle ore 10,30, nell'ex Convento di San Francesco, a Piazza del Municipio. La mostra, dal titolo "Bambini, storie di viaggio di speranza e di filo spinato", resterà aperta fino all'8 dicembre e raccoglie le storie di bambini che da soli, o insieme alla loro famiglia, fuggono da guerre e misera, raccontate con le installazioni dei video artisti di Studio Azzurro, sulla base dei reportage che i giornalisti  Valerio Cataldi e Francesca Mannocchi hanno realizzato in questi ultimi anni sui confini d'Europa: la Libia, la Serbia, il Mediterraneo, il Libano, la Turchia. Il 2 dicembre, nel corso dell'inaugurazione della mostra - fortemente voluta da Angelo Chiorazzo presidente di Giovane Europa e accolta con entusiasmo dal sindaco Rossella Spagnuolo, dalla sua giunta e dal presidente dell'Assemblea Francesco Arbia - ci sarà un reading musicale con le letture di Francesco Pannofino, Cristiana Dell'Anna, Tezeta Abraham, Amir Nout e Andrea Iacomini portavoce di Unicef Italia. Saranno lette storie di bambini dai confini del nostro continente sempre meno accessibile, sempre più pericoloso da raggiungere, attraversato da linee invisibili che segnano le rotte di chi cerca disperatamente di riuscire a superare il filo spinato e a riposarsi e finalmente cominciare a vivere. La mostra dell'Associazione Museo Migranti è una immersione in una dimensione che non conosciamo anche se è proprio dietro l'angolo. Arte e giornalismo si uniscono per ricercare un linguaggio nuovo, capace di andare oltre il banale per costringere chi guarda a prendere coscienza e a porsi domande. Un'esperienza che nello stesso tempo emoziona e informa, anche passando attraverso l'esposizione di tanti oggetti appartenuti ai migranti che morirono nel terribile naufragio di Lampedusa del 2013, come la macchinetta rossa del piccolo Esrom. "Bambini, storie di viaggio di speranza e di filo spinato", ha suscitato uno straordinario interesse ad ottobre a Roma, quando è stata allestita nei Palazzi della Camera dei Deputati. E dal 2 all'8 dicembre rappresenta un'occasione unica, anche per le scuole della provincia di Potenza, per promuovere la cultura dell'accoglienza.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

I 18 anni di mio figlio autistico. Finché c’è scuola c’è speranza, e oltre la…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

E così mio figlio autistico ha compiuto i 18 anni...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato