Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

«Laboratori Hobbistici», l’iniziativa della Pro Loco di Francavilla sul Sinni

A Francavilla sul Sinni l’iniziativa “laboratori hobbistici “organizzata dalla locale Pro Loco. L’idea nasce da un dato statistico ben chiaro. Adifferenza della maggior parte dei Comuni dell'area del circondario, la comunità francavillese presenta ancora un numero elevato di giovani e di sempre nuovi nuclei familiari con un’economia prevalentemente basata sul commercio, l'artigianato, i servizi e l'agricoltura. Da questa precisa realtà, il progetto intende attivare laboratori per realizzare antichi mestieri come la creazione di cestini di vimini o di strumenti musicali quali il “cup cup” o i fischietti,strumenti dall’antica tradizione popolare. La motivazione del progetto- rileva Fernando Chiurazzi, Presidente della locale Pro Loco- è legata a una riflessione sulla necessità di svolgere un'azione sociale, culturale, educativa e turistica ma anche propositiva verso gli Enti Pubblici attraverso lo sviluppo di attività costruttive, sostenibili e intelligenti. Un progetto che pare voglia andare oltre la serata del Festival come quello proposto nell’agosto 2017. “Certo, l’idea – continua Chiurazzi – è quella di andare oltre alla serata del Festival,realizzando appunto dei laboratoricon i quali si potranno apprendere le varie tecniche per la realizzazione di lavori di alta professionalità e sfruttando soprattutto materiali di recupero. Ma non solo studio e realizzazioni di antichi mestieri. “Sicuramente precisa il Presidente Chiurazzi - il riconoscimento del ruolo che il settore delle iniziative culturali e creative può svolgere come driver fondamentale per lo sviluppo turistico del territorio, in grado di qualificare e accrescere l’offerta turistica culturale e di attrarre sempre altri visitatori”. Un progetto che pare voglia realizzare diversi obiettivi. Un’iniziativa d’informazione su l’uso e il riciclo dei materiali per evitare inutili sprechi; rendere visibile il prodotto ecologico che trae origine da antiche tradizioni; momento di aggregazione sociale; una maniera efficace perché i giovani diventino artefici della migliore gestione del proprio tempo libero favorendola creatività artistica manuale con possibilità di sollecitare, tramite eventi creativi-culturali, l’accrescimento dell’attrattiva turistica. Un progetto di alta qualità. Da gennaio e fino a novembre 2018, i laboratori previsti saranno diversi. Da quelli della carta crespa, del decoupage, lavori con l’uncinetto, bigiotteria artigianale, legno, pittura e ceramica. Poi in successione di tempo saranno realizzate delle mostre dei progetti realizzati dai partecipanti ai laboratori. Laboratori che vedranno l’adesione di hobbisti locali ma anche dei paesi limitrofi. È in cantiere la creazione di un sito web per le pubblicazioni delle varie attività che si svolgeranno in questi laboratori. L’Amministrazione Comunale pare abbia dato il consenso all’eventuale patrocinio dell’iniziativa.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

Il presepe è una rappresentazione sacra non un simbolo della tradizione

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

In questa nostra Italia litigiosa anche i segni della fede...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione