Una bici in rosa con fioriere, realizzati in materiale riciclato, a chiusura dell’isola pedonale di Via Roma, grazie al Pony Express “Tic Toc” di Govanni De Santo e Fernando Loricchio (piccola intrapresa locale nata per chi ha bisogno di aver recapitato o far consegnare generi od oggetti) e a Floreal ’93 (che ha offerto le piante) di Francesco Pala, è l’elemento di arredo urbano di cui si arricchisce  Castrovillari, per mano di privati, d’intesa con l’Amministrazione comunale, e che si accompagna con altre iniziative pensate in Città per attendere il 100 Giro d’Italia.

La posa è stata sottolineata da una semplice cerimonia. Idea e tipologia di proposta che si ripeterà per caratterizzare il capoluogo del Pollino, allacciando l’esigenza di una qualità ambientale, che non può prescindere dalle capacità degli uomini e donne del lavoro, con il desiderio di accogliere un evento come si deve , anch’esso bisognoso di azioni che possano esaltare questo desiderio del bello e della passione sportiva, sono stati tratteggiati dal Sindaco, Domenico Lo Polito, che ha sottolineato la portata di questa creatività suscitata.

Un momento che esprime- è stato richiamato,raccogliendo l’intuizione offerta- anche come il riciclo può caratterizzare qualsiasi momento a partire da quel semplice riutilizzo dei materiali, manifestazione di ciò che può comportare e favorire un diverso approccio con ciò che usiamo e riteniamo “andato” o “perduto”.

“Insomma- ha affermato il primo cittadino- una bella occasione per rilanciare, in rosa, la cultura civica e della vita civile nonché osservare come queste, quando sono provocate, creano opere nel vero senso della parola che, come nel caso specifico, festeggiano la manifestazione sportiva, rivitalizzano la città, riproponendo e rilanciando cosa può fare la stessa qualità ambientale perseguita.”

0
0
0
s2sdefault