Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Gioco d'azzardo, business per pochi, patologia per molti. Perché è una piaga che riguarda tutti noi

Il gioco d'azzardo è una piaga. Una patologia. E, spesso, un business per la criminalità organizzata. Se ne parlerà a Senise, il prossimo 5 aprile alle 18.30 nella sala convegni del complesso di San Francesco, in un evento che ha anche il patrocinio del Comune. Saranno presenti: don Marcello Cozzi della segreteria nazionale dell'associazione Libera, il dottor Alberto Dattolaresponsabile del Servizio Dipendenze di Lagonegro e sarà riportata la testimonianza di Andrea Costantino. Nessun territorio, neanche quello più piccolo e apparentemente lontano dalle dinamiche malavitose, ne resta fuori. Ed è quello che ha portato alla luce l'operazione 'Ndrangames, l'indagine della Dda di Potenza che, nei mesi scorsi, aveva portato dietro le sbarre alcuni potentini legati al clan Martorano e una serie di persone appartenenti alle cosche della 'ndrangheta calabrese facenti capo al boss Nicolino Grande Aracri. Sette società sequestrate tra Calabria, Puglia, Emilia Romagna e Lazio (una anche all'estero), quasi tremila macchinette da gioco e video slot sequestrate in circa 200 esercizi pubblici di mezza Italia a partire dalla Basilicata. Gli inquirenti hanno stimato un fatturato illecito di circa duecentomila euro l'anno per ogni apparecchio, e un sistema che generava un giro d'affari da parte dei clan pari a circa seicento milioni di euro all'anno. Solo nella provincia di Potenza sono state sequestrate 200 macchinette. I comuni lucani coinvolti sono tanti: Potenza, Balvano, Rapolla, Tolve, Rionero in Vulture, Venosa, Senise, Tito, Marsicovetere, Viggiano, Vaglio di Basilicata, Pietragalla, Salandra, Pisticci e Nova Siri. A loro don Marcello Cozzi aveva lanciato un appello per la costituzione di parte civile nel processo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione