Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

A Lagonegro Alla scoperta della Candelora

“Alla scoperta della Candelora”. È il titolo dell’iniziativa promossa dalla delegazione FAI di Potenza, in collaborazione con l’associazione culturale ‘A Castagna Ra Critica’. Appuntamento storico-culturale inserita nel programma delle giornate FAI di primavera che si svolgeràin tutta Italia dal 25 al 26 marzo. Una grande festa di piazza dedicata ai beni culturali per scoprire luoghi solitamente chiusi al pubblico. Chiese, ville, borghi, palazzi, aree archeologiche,castelli, giardini, archivi storici. All’incirca 1000 luoghi, aperti con visite a contributo libero in tutte le regioni grazie all’impegno delle delegazioni dei volontari FAI. La Basilicata aprirà importanti siti a Potenza, Maratea, Rionero in Vulture, Armento, San Chirico Raparo, Guardia Perticara e Lagonegro. Nel bellissimo borgo di Lagonegro, nato probabilmente da un insediamento romanico, città del 33 chiese, spicca quella della Candelora. Tornata al suo originario splendore dopo notevoli lavori di restauro durati oltre sei mesi che hanno riguardato prima di tutto l’architettura stessa della Chiesa e poi le opere storico- artistiche ivi contenute. Detta S. Maria Vetere seu de la Candelora, racconta la progressiva e inarrestabile affermazione del culto mariano in Lagonegro. La semplice facciata a capanna e le modeste dimensioni non lasciano immaginare la vastità di opere che racchiude e di artisti che vi si sono avvicendati in essa.Tra gli antichi affreschi si ammira, in particolare, quello raffigurante la Madre di Dio, la quale viene proposta più volte in stili contrastanti. Molto suggestiva è la Madonna Eleusa ossia la ‘Madre della tenerezza’: il termine designa l’atteggiamento amoroso tra Madre e Figlio, volto a provocare sensibilità, pietà (dal greco eleos) e misericordia nei fedeli.Un luogo di alta sacralità che fa parte del patrimonio della città essendo una delle più antiche chiese che si trovano nel territorio lagonegrese. La chiesetta presenta al suo interno, tra le altre opere, due raffinatissimi dipinti su zinco datati 1874 e firmati Pietro Cascini. Inoltre durante i lavori di restauro,dietro il coro ligneo ottocentesco è stato rinvenuto sulle pareti destra e sinistra, una doppia redazione di un ciclo di affreschi del XII secolo.In occasione dell'apertura della Chiesa Candelora, domenica 26 marzo alle ore 12.00, sarà presente il solista internazionale Giacomo Aula, della scena artistica di Berlino.Il noto pianista e compositore farà risuonare le canne dell'organo settecentesco e con esso inviterà i presenti ad uno speciale viaggio musicale, nel tempo come nello spazio, che partendo da Eisenach in Sassonia (dove nel 1685 nacque Johann Sebastian Bach) giungerà a Englewood New Jersey, ove morì nel 1982 morì Thelonious Sphere Monk.

Oreste Roberto Lanza

oQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

Il rogo del clochard, la pira dell’odio e il messaggio di Francesco

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Immagini scioccanti, indignazione, fiaccolate e il classico rituale dei mea...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato