Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Spopolamento e disoccupazione in Basilicata. A Rionero con De Magistris

La Basilicata perde 4 mila lucani all’anno. Si nasce di meno e si emigra sempre più. Per i giovani nei piccoli paesi della Lucania probabilmente non c’è alcun futuro. Non c’è lavoro e non esiste alcuna possibilità di mettere su famiglia. Il tasso di natalità nel 2015 nella nostra regione è stato uno tra i più bassi d’Italia, 7,2 per mille. Questi i dati di un progetto elaborato da Tommaso Dubla, gerontologo materano e sottoposto all’attenzione degli amministratori regionali già da ottobre scorso. A questo vanno aggiunti i dati sull’alto tasso di disoccupazione. Dati confermati negli anni passati anche dalla Fondazione Agnelli.  La Basilicata da tempo discute su queste due emergenze. Diversi gli obiettivi. In particolare far crescere i Comuni più piccoli con un lancio pubblicitario per i pensionati delle grandi città per farli vivere in Basilicata in un contesto completamente diverso. Creare occupazione dando lavoro alle imprese per costruire piccole abitazioni, offerte in comodato d’uso gratuito o con un fitto simbolico e veri e propri quartieri, richiamando i giovani che qui troverebbero lavoro con l’indotto che gira attorno alle persone anziane, servizi sanitari e sociali. Se ne discuterà, l’8 aprile a Rionero in Vulture alle ore 17,30 al centro sociale insieme conLuigi de Magistris, sindaco di Napoli, Nicola Manfredelli, coordinatore dell'incontro, Gianni Fabbris Presidente di “Laltrabasilicata”, Franco Sabia, studioso, Flavia Sorrentinodelegata del comune di Napoli per Napoli Autonoma, Mimmo Viscantidelegato del “Movimento Riscatto”,Pio Abiusi rappresentante “Associazione Ambiente e Legalità” e Pier Luigi PeperoniSegretario Nazionale “MO! Unione Mediterranea”. "Se fossero veri i dati che la Fondazione Agnelli ha diffuso negli scorsi anni – sottolinea Gianni Fabrris nell'invito per l'Altrabasilicata - entro una generazione la Basilicata perderebbe un quarto dei suoi abitanti, allora si realizzerebbe in pieno quello che per ora è ancora un rischio. Il nostro sarebbe un grande territorio spopolato, impoverito e marginale a disposizione delle lobbies di avventurieri, dei pirati energetici e del nostro patrimonio agroalimentare o delle cordate di inquinatori e monnezzari.Per uscirne serve un progetto che si faccia riconoscere come utile, si fondi sulla partecipazione e il Sud e riparta dalla tutela e dal valore delle nostre risorse e culture”. Sulla stessa frequenza anche NicolaManfredelli, per la Rete Lucana di Unione Mediterranea. “Gli scenari politici, economici e sociali che stiamo vivendo mettono a rischio – ha precisato Manfredelli - la stessa esistenza di vaste aree del mondo e l'intero meridione d'Italia con la Lucania vittima predestinata del nuovo ordine politico che si sta disegnando”. Un incontro che ha la prospettiva di approfondire i modelli alternativi all'attuale sistema, basati sulle prospettive di maggiore autonomia fiscale e di autogoverno delle risorse, tanto più necessario in una regione martoriata come la Basilicata.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

La tentazione pigliatutto della sindaca-segretaria. Ma ora lo Statuto dice che deve dimettersi

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Con il primo consiglio comunale parte ufficialmente l’amministrazione a guida...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato