Si alza il sipario sulla nona edizione de “Le Valli del Teatro”, la rassegna teatrale organizzata dall'Associazione Piccoli Teatri che si alternerà da Dicembre ad Aprile tra il Teatro Anzani di Satriano di Lucania e il Mariele Ventre di Sasso di Castalda, con la consueta stagione in prosa a cui si affiancherà quest'anno anche una stagione per ragazzi.
A comporre la stagione di prosa saranno undici spettacoli “selezionati - dice il Direttore Artistico della rassegna, Domenico De Rosa - con un lavoro di costruzione sartoriale, nell'intento, speriamo riuscito, di cucire addosso ad ogni spettatore lo spettacolo giusto e che nel massimo rispetto del nostro pubblico ambisce a trovare un nobile compromesso tra qualità, con attori e compagnie di fama nazionale, e leggerezza”.
Ad aprire la la rassegna sarà il 27 Dicembre al Mariele Ventre, “Dal Vesuvio al Cuppolone”, un varietà collaudatissimo con orchestra e musica dal vivo. Il 4 gennaio si apre a Satriano, con “Trappola per Topi” giallo tratto da Agatha Christie, “uno spettacolo- dice De Rosa- che arriva nel nostro teatro per una promessa fatta dieci anni fa ad uno degli attori che ha origini satrianesi”. L’16 febbraio sempre a Satriano si cambia completamente registro, con il puro divertimento di “Casa di Frontiera” con Gaetano Amato, che ritorna al Teatro Anzani dopo vent'anni, la regia era allora firmata da Gigi Proietti, secondo De Rosa <<lo spettacolo più esilarante mai andato in scena nel nostro teatro>>. Il 17 Febbraio si torna a Sasso con “Napoletani a Mosca”, tratto da Cechov con Gigi Savoia, tra gli allievi più talentuosi Edoardo De Filippo. Al grande maestro del teatro italiano verrà tributato un doveroso omaggio nel trentennale della scomparsa con “la Grande Magia” l'8 Marzo a Satriano e il 15 a Sasso, nel riadattamento della compagnia “Le Nuvole”. Tra gli altri appuntamenti, al teatro Anzani l'8 Febbraio ci sarà “Svenimenti” della talentuosa compagnia “Le Belle Bandiere” per la regia di Elana Bucci, che a Giugno sarà a Satriano per curare un laboratorio di una settimana per attori, mentre il 21 Febbraio a Sasso arriverà la musica dal vivo con lo spettacolo “I Musicanti di Brema”. A chiudere la rassegna il 21 Marzo sarà “#TABULA”, di e con Antonella Iallorenzi, una degustazione teatralizzata di prodotti tipici lucani .
Quattro gli spettacoli per la stagione teatrale per ragazzi “un'iniziativa– dice la curatrice Antonella Iallorenzi- che vuole restituire a Satriano una rassegna riservata ai più piccoli con una grande scommessa che è quella di affidare l'educazione teatrale non solo alle scuole ma anche alle famiglie”. Ai due appuntamenti mattutini per le scolaresche il 21 Gennaio ed il 26 Febbraio, “L’antica tradizione di Pulcinella” e “Pinocchio Bambino Cresciuto Burattino”, si affiancheranno infatti due spettacoli pomeridiani per bambini accompagnati dai genitori, con “Voglio la luna!”, il 7 Febbraio, interpretato da un ragazzo affetto dalla sindrome di Down, e “Piccoli Misteri”, il 22 Marzo, un'esperienza sensoriale sul palco rivolto ai piccoli dai 0 a 4 anni.
Le Valli del Teatro è anche gusto e scoperta dei sapori e dei profumi. Durante tutte le serate sarà infatti possibile degustare i prodotti tipici del Melandro, una formula che sottolinea il presidente del Gal Marmo Melandro, Michele Miglionico, “ unisce teatro e gusto per ricordarci che per valorizzare il territorio bisogna tenere i piedi ben saldati alla terra e alle ricchezze che essa ci regala”.
Grande soddisfazione espressa dal sindaco di Sasso, Rocco Perrone per l'iniziativa “che ci permette, nonostante il periodo di crisi, di offrire ai nostri concittadini un momento di gioia, serenità, di riflessione e cultura “ e da Vincenzo Pascale, sindaco di Satriano, per la rassegna “che iscrive il nostro paese tra i punti cardine del teatro lucano e raccoglie lo spirito della mia amministrazione che vuole fare della cultura il punto di forza di promozione del nostro territorio”.

Maggiori informazioni su programma e prevendita su www.levallidelteatro.it.

0
0
0
s2sdefault