Tenuti fuori sotto la pioggia alla cerimonia d'apertura di Matera 2019

Su 131 comuni lucani partecipanti a Matera capitale della cultura 2019, oltre l’80 per cento non è stato ammesso al cerimoniale di apertura con la presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Lasciati fuori sotto la pioggia incessante ad aspettare per poter accedere nella piazza San Pietro Caveoso  per ascoltare l’intervento di apertura del Presidente della Repubblica. Un assurdo organizzativo gridato da molti sindaci. In molti hanno manifestato il loro disagio per lo spiacevole inconveniente.

La voce di questo sorprendente e ingiustificato malessere organizzativo è del primo cittadino di Castelluccio Inferiore, Francesco Paolo Campanella: "Ho scritto una nota ben precisa alla Rai - dice Campanella, sindaco di Castelluccio Inferiore – siamo quasi tutti molto arrabbiati. Il pomeriggio quando era presente il Presidente della Repubblica, siamo stati tenuti fuori, perché  gli organizzatori non sono stati capaci di controllare gli accessi e di controllare i pass. La cosa interessante e da valutare negativamente è stato il fatto che le stesse forze dell’ordine hanno bloccato tutto il gruppo di noi sindaci. Per essere benevolo, posso dire che è successo un pandemonio. Poi la pioggia ha aggravato la situazione perché non ci facevano ne entrare, ne uscire dall’area antistante il luogo della manifestazione. Addirittura anche il Presidente del Parco Nazionale del Pollino, con noi sindaci, è stato tenuto fuori in attesa. Alla fine – conclude il primo cittadino di Castelluccio - si è deciso di andare via con molto rammarico".

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault

sponsor

Sponsor