L’obbligo è per i residenti o proprietari di abitazioni di tutto il territorio comunale

Il Sindaco di Trebisacce, Franco Mundo, ha emesso un’ordinanza sindacale in cui dispone per tutto il territorio di Trebisacce, l’adeguamento degli scarichi fognari. Tale atto obbliga proprietari e possessori di fabbricati, il cui scarico fognario interno non risulti allacciato alla rete fognaria acque nere gestita dal Comune di procedere immediatamente alla richiesta di allacciamento alla rete fognaria cittadina, di provvedere, a loro cura e spese, all’adeguamento del proprio impianto interno fognario in modo tale che i liquami provenienti dallo stesso possano confluire verso pozzetti fognari e quindi essere smaltiti attraverso la rete fognaria pubblica. Inoltre viene fatto obbligo ai residenti o proprietari di abitazioni di tutto il territorio comunale, che abitano in case senza impianto di fognatura collegata al depuratore, o che non abbiano impianto dotato di vasca Imhoff di provvedere, a propria cura e spese, all’adeguamento dell’impianto fognario privato, procedendo alla messa in opera della vasca Imhoff e del condensa grassi, a norma di legge, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione dell’ordinanza. Infine, per tutti coloro che utilizzano fosse settiche, vasche Imhoff o pozzi neri a tenuta, distanti dalla rete fognaria, di procedere con periodicità regolare allo svuotamento degli stessi e, comunque, secondo le necessità e alla tipologia dell’impianto, delle fosse biologiche e pozzi neri a tenuta, al fine di prevenire ogni fenomeno di fuoriuscita di esalazioni e liquami. 

 

“La tutela del territorio – ha dichiarato il sindaco Franco Mundo – è una priorità assoluta. Per questo, nell’ambito dell’attività già avviata con gli uffici per l’individuazione di eventuali situazioni di effettivo o potenziale danno all’ambiente, ho emesso ordinanza per la regolarizzazione degli scarichi fognari a cui seguiranno controlli tesi a verificarne il rispetto. Non possiamo tollerare che persone prive di qualsiasi rispetto per l’ambiente e per il bene comune possano compromettere la salute dei cittadini, l’impegno degli operatori turistici e commerciali per la crescita dell’economia del nostro paese, e il duro lavoro che poniamo in essere per far si che la nostra cittadina si affermi ogni giorno come eccellenza nell’ambito della cura del territorio. Ho disposto che all’ordinanza seguano intensi controlli e verifiche finalizzate ad individuare chi viola la normativa. Su questo tema chiedo tolleranza zero, e la collaborazione di tutti i cittadini per individuare chi con il proprio agire penalizza il territorio sotto il profilo ambientale, turistico e della salute”.


0
0
0
s2sdefault