“Si è consumata la rottura del negoziato, tra le organizzazioni sindacali UGLM FIM-CISL UILM-UIL FISMIC AQCF e la direzione di FCA e CNHI. Nell’incontro la direzione ha comunicato la propria disponibilità di alzare l’ammontare dell’una tantum da 200 a 250 euro, ma alla richiesta sindacale di portare l’incremento a 300,00 ha dichiarato l’impossibilità in quel momento ad incrementare ulteriormente l’importo”.
E’ quanto fa sapere il segretario regionale dell’Ugl Basilicata metalmeccanici, Giuseppe Giordano.
“Il tentativo di concludere con una mediazione finale è naufragato e non ha consentito la conclusione positiva del negoziato. Le delegazioni sindacali hanno invitato la direzione aziendale a modificare la propria posizione per superare gli ostacoli all’accordo sugli aspetti economici per il 2014 e definire gli ultimi aspetti normativi ancora aperti. A tal fine le segreterie nazionali convocheranno per fine settimana i rispettivi organismi e riuniranno le segreterie unitariamente Lunedì 16 giugno, per decidere le modalità del blocco dello straordinario e delle Flessibilità per tutti gli stabilimenti del gruppo FCA e CNHI”.
 

0
0
0
s2sdefault