Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Per fine anno all’Anas la competenza delle strade lucane provinciali e regionali

Il Decreto del Presidente del Consiglio è del 20 febbraio 2018, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28 aprile 2018 con il numero 98. L’atto indica la revisione delle reti stradali di interesse nazionale e regionale ricadenti nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Toscana e Umbria.  Il provvedimento governativo rende noto Regione per Regione tutti i tratti stradali che passeranno dalle Provincie e Regioni direttamente sotto la gestione dell’Anas. È stato definito il “Piano rientro strade”. Il decreto ha l’obiettivo di trasferire alla competenza dell’Anas oltre circa 6.250 km di strade ex statali, regionali e provinciali, che porteranno la rete stradale fino a oltre 30mila chilometri. Per attuare il decreto, le Regione devono sottoscrivere un protocollo di intesa con l’Anas. A completamento delle operazioni di consegna, recita il decreto, “il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, provvederà a seguito della trasmissione da parte dell’Anas dei relativi verbali unitamente alle tabelle aggiornate, alla ricognizione delle rettifiche, provvederà a rendere operative i meccanismi di gestione con la ripubblicazione delle tabelle stradali” cosi come aggiornate nell’ambito delle singole competenze. Al momento molte regioni hanno già sottoscritto il protocollo di intesa con l’Anas. La Regione Basilicata lo farà nei prossimi tre mesi. Le strade lucane interessate riguardano sia la zona dell’alto Ofanto e del Vulture, la Basentana, il fondo della valle del Noce e la valle del Sinni. Nello specifico, i trasferimenti riguarderanno una parte della provinciale 13 della valle del Sarmento che si innesta con la 653 detta Sinnica e la strada provinciale 29 la Valsinni – Noepoli. La Melfi- Leonessa strada provinciale 148. La Melfi- Sata nell’area industriale dov’è situato lo stabilimento Fiat. La statale 158 la Sinnica – Sarmentana con i relativi innesti all’altezza di Noepoli. Una parte della Bradanica. La Nerico – Bella Muro. Infine la parte all’altezza dello svincolo di Tito con la relativa area commerciale. Quest’ultima strada fu costruita con i fondi del terremoto del 1980 per sviluppare le aree interne del Marmo-Platano e del Melandro per collegare Baragiano scalo, Muro Lucano e Pescopagano spendendo ben oltre 330 milioni di vecchie lire. Opera finita ma inagibile. Tanti sono stati i disagi provocati agli utenti il tratto tortuoso la Melfi Leonessa. La continuazione della Potenza Melfi direzione Foggia. Il cambio di gestore porterà miglioramenti al tratto Melfi-Sata di 10 km sostenuta da un importante viadotto. E la Sarmentana che collega Noepoli allo svincolo di Valsinni per innestarsi sulla Sinnica? Le operazioni amministrative dovranno concludersi per la fine del 2018 ma pare che il termine non sia perentorio.


Oreste Roberto Lanza
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 

 

Editoriale

Il Natale che non c’è e la luce della vera stella

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

A giudicare dall’effluvio di messaggi, video e citazioni che diffondono...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione