Saranno 54 comuni al voto il 26 maggio prossimo

Il prossimo 26 maggio, giorno delle elezioni europee, la Basilicata è chiamata alle urne per il voto amministrativo. Il termine per presentare simboli e liste è scaduto il 27 aprile scorso, alle ore 12,00. Un dato simpatico è quello del numero degli elettori chiamati al voto nelle 256 sezioni. La popolazione chiamata votante è di 208.499 mentre l’intera popolazione residente nei 54 comuni è di 206.735. Il numero degli aventi diritto al voto è superiore alla popolazione residente perché sono stati inseriti anche i lucani iscritti all’Aire, anagrafe degli italiani residenti all’estero. Cinquantaquattro i comuni interessati dal voto su 131 pari al 41,2 per cento. In provincia di Potenza quaranta comuni eleggeranno il primo cittadino in una tornata unica perché con popolazione sotto i quindicimila abitanti: Anzi, Armento, Banzi, Barile, Brienza,Brindisi Montagna, Calvera, Castelluccio Superiore, Castelmezzano, Chiaromonte, Gallicchio, Guardia Perticara, Lagonegro, Laurenzana, Maratea, Marsicovetere, Missanello,Montemurro, Nemoli, Noepoli, Pescopagano, Picerno, Pietragalla, Rapone, Rivello, Roccanova, Rotonda ,San Chirico Nuovo, San Fele, San Paolo Albanese, San Severino Lucano, Sant’Angelo Le Fratte, Satriano di Lucania, Savoia di Lucania, Spinoso, Terranova di Pollino, Tito, Trivigno, Venosa, Viggiano. Per Potenza, capoluogo di provincia, con più di 15000 abitanti, la legge prevede l’eventuale turno di ballottaggio il 9 giugno. In provincia di Matera, nessun comune sarà interessato dalla tornata di ballottaggio perché le comunità interessate rientrano all’interno dei quindicimila abitanti: Bernalda, Calciano, Cirigliano, Craco, Garaguso, Gorgoglione, Miglionico, Nova Siri, Pomarico, Rotondella, San Giorgio Lucano, Tricarico, Valsinni. Tra i cinquanta quattro comuni al voto, Castelluccio Superiore è amministrato dal commissario prefettizio Francesco Scigliuzzo. Nel 2014 le elezioni si tennero il 25 maggio e furono interessati cinquanta cinque comuni, uno in più della tornata 2019. Per il comune di Acerenza, in provincia di Potenza, e di Accettura, in provincia di Matera, la tornata elettorale risultò non valida per il mancato raggiungimento del quorum dei votanti. Una circostanza, quella del quorum, che interesso nel 2015 il comune di Cancellara e nel 2018 Castelluccio Superiore.

Oreste Roberto Lanza