Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Francavilla in Sinni: GenerAzione, nuovo gruppo politico al servizio della comunità

La responsabilità di chi, come lo scrivente, ha fatto parte della vita democratica del paese non si esaurisce con la fine del mandato di consigliere comunale, ormai da più di due anni, ma si consuma ogni giorno tra e per la gente. Quale portavoce del gruppo GenerAzione assumo la responsabilità di dare voce a chi in questi anni, se pur per idee e competenza, quella voce non l'ha vista riconosciuta; di alimentare il dibattito su dove indirizzare lo sviluppo del paese ed il modo di farlo, in contrapposizione alla sola gestione del quotidiano o l'aver piegato l'apparato amministrativo ad amplificatore del consenso personale. Questo compito, gravoso, spetta a tutte quelle persone che del credo democratico hanno fatto bandiera, che si fanno portatori sia delle libertà individuali e sia del dibattito necessario per il progresso in seno ad una comunità. Questi mesi passati ad osservare la nuova maggioranza-minoranza indistintamente all'opera, metaforicamente parlando, ci spinge oggi come allora a prendere posizione e dare voce alla cittadinanza, silenziosa per “paura” e “timore”, che dissente dall'attuale gestione politico-amministrativa, sui programmi e sui modi. La vita e la partecipazione democratica alle “cose” del paese, per la concentrazione delle volontà decisionali nelle mani di una sola parte politica che non rappresenta la volontà dell'intera comunità, ha svuotato il CONSIGLIO COMUNALE e lo ha reso SEMPLICE COLLEGIO DI RATIFICA. Si decide altrove ed i consiglieri approvano, se e quando informati. Non esiste dissenso (se c'è traspare da qualche battuta al bar o seduto sulle tante panchine delle forbici) ma non esiste neanche autonomia tra i consiglieri che in questi mesi nulla hanno proposto per lo sviluppo ed il bene del paese. Se il compito di chi amministra è costruire strade e ponti, non lo è per l'impiego fine a se stesso di risorse finanziare o per poter dire che a farlo è stato Tizio anziché Caio; il compito del buon amministratore è far si che si traduca da sogno a realtà il “progresso” che cammina su quella strada e che il ponte non sia solo e soltanto l'unione di due sponde sul nulla. Nelle prossime settimane apriremo il dibattito su scelte amministrative quali politiche sociali, gestione dei rifiuti, turismo, commercio ed artigianato, utilizzo strutture comunali, investimenti, riorganizzazione dell'apparato amministrativo, contezioso legale, mensa e trasporto scolastico, trasparenza amministrativa, incarichi professionali, appalti, spreco di risorse pubbliche. 

GIOVANNI DURANTE - Portavoce GenerAzione

 

Editoriale

Grillo e l’autismo. È lo stigma il danno maggiore di quei cinque minuti di follia

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Perché i cinque minuti di follia di Beppe Grillo al...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione