L’incontro è fissato per domani al Palazzo della Regione

Gianni Rosa, Assessore regionale all’Ambiente convoca tutti i sindaci lucani per illustrare lo stato dell’arte del piano paesaggistico. L’incontro è fissato per lunedì 24 giugno, alle ore 16.00,nella sala Inguscio della Regione Basilicata. Con tutti i 131 sindaci del territorio lucano, pare ci saranno tutti i consiglieri regionali. “Mi è sembrato doveroso – ha sottolineato l’assessore Gianni Rosa – incontrare i sindaci lucani per aggiornarli sull’iter in corso per l’approvazione del Piano paesaggistico, strumento indispensabile per la tutela del nostro territorio, per il quale il governo Bardi si è impegnato a dare un’accelerazione.

Purtroppo, la passata amministrazione - ha proseguito l’assessore Rosa - ci ha lasciati con un Piano che è ancora alle primissime fasi di redazione. L’ambiente è di tutti - ha continuato - ed ho promesso all’atto d’insediamento che l’assessorato che dirigo sarebbe stato improntato alla trasparenza e alla condivisione. Per questo motivo sono stati invitati anche la giunta, i consiglieri regionali di maggioranza e di opposizione, i presidenti delle Province ed il presidente dell’Anci Basilicata. È bene che tutti - ha concluso Rosa - siano a conoscenza dello stato dell’arte e che possano contribuire per quanto di competenza”. Piano paesaggistico legato al problema annoso dell’eolico su cui le passate amministrazioni regionali hanno dibattuto e redatto diversi provvedimenti di giunta.
“È vero – precisa l’assessore Rosa – non abbiamo il piano paesaggistico per fermare l’eolico selvaggio. Sto accelerando, insieme agli uffici, sulla sua redazione per recuperare il ritardo di questi anni. Nel frattempo, pero, ho chiesto ai sindaci di vigilare sull’attuazione della legge quadro, sull’inquinamento acustico per le richieste di concessioni per gli impianti eolici. Si può iniziare a ridurre il disagio dei cittadini, rispettando la legislazione che già c’è”. Le passate giunte, pare, avessero redatto e approvato una serie di atti con un indirizzo preciso. “Quei provvedimenti sono di oltre oltre 10 anni fa – ha concluso Rosa – con una realtà diversa”. L’impianto di studio e di fattibilità di quei provvedimenti probabilmente può essere un buon punto di partenza.

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault

sponsor

Sponsor