Lo screening coinvolgerebbe i due capoluoghi di provincia Potenza e Matera

Nel giorno del nuovo record di casi positivi al coronavirus (a fronte comunque di un numero mai effettuato prima di tamponi) e con il rischio "zona rossa" all'orizzonte, la Basilicata (arancione dallo scorso 11 novembre) ha chiesto uno screening di massa sul coronavirus.

 

Così come aveva annunciato nel corso della riunione del Consiglio regionale, il governatore, Vito Bardi (centrodestra), ha ufficialmente inviato l'istanza al commissario straordinario per l'emergenza, Domenico Arcuri. Il presidente della Regione ha preso ad esempio quello che è stato fatto nello scorso fine settimana in Alto Adige: in Basilicata lo screening coinvolgerebbe i due capoluoghi di provincia, Potenza e Matera.