Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

A Bari Cifarelli incontra Mazzarano per le Zone Economiche Speciali. Parla Aldo Berlinguer

È di qualche giorno fa l’incontro, presso la Regione Puglia, tra l’Assessore alle Politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca della Regione Basilicata, Roberto Cifarelli e il suo omonimo, l’Assessore della Regione Puglia Michele Mazzarano. L’incontro, il primo di tanti altri che seguiranno, è stato promosso per discutere delle metodologie da mettere in campo per elaborare un progetto comune necessario a realizzare la zona ad economia speciale tra le due Regioni. Un progetto che ha come obiettivo quello di creare, in particolare, una zona franca energetica tra le due entità territoriali necessarie per lo sviluppo delle imprese già operanti con l’insediamento di nuove nel perimetro territoriale interessato.

Prima, però, è prevista l’approvazione dei decreti attuativi alla legge generale del 3 agosto 2017 numero 123, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 12 agosto 2017. Legge di sistema che istituisce le cosiddette Zes sul territorio nazionale. Le Zone economiche speciali (Zes) hanno l’obiettivo di attrarre investimenti esteri o extra-regionali, attraverso incentivi, agevolazioni fiscali, deroghe normative. Nel mondo si contano circa 2.700 Zes, in Cina e a Dubai gli esempi più noti. In Europa sono circa una settantina, 14 delle quali istituite in Polonia. E proprio la Polonia rappresenta uno degli esempi più citati e invocato come modello anche per l’Italia. I decreti attuativi alla legge di sistema sono due. Il primo decreto regola l’istituzione e il secondo detta le regole per la corretta funzionalità della Zes.

“Il primo decreto attuativo- chiarisce Aldo Berlinguer, professore ordinario all’Università di Cagliari e presidente dell’associazione “Insieme Basilicata”, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione, è stato già firmato dal Presidente del Consiglio Gentiloni e sarà in Gazzetta Ufficiale per fine febbraio. Il secondo decreto probabilmente sarà firmato dopo le elezioni politiche”. Per fine anno probabilmente si concluderà la procedura di costituzione della Zes. “Probabilmente – aggiunge Berlinguer- sarà operativa la legge di sistema” Successivamente saranno posti in essere ulteriori decreti ad hoc per ogni singola Regione o zone interregionali che avranno sottoscritto un progetto comune. “Qui – precisa il prof Berlinguer sarà necessario la realizzazione di un progetto comune, senza il quale non potrà essere emanato il decreto ad hoc per la costituzione della singola Zes”.

Un progetto che per la Basilicata vede interessate non tutto il territorio. “Relativamente alla Basilicata- sottolinea Berlinguer- le aree interessate saranno quelle della Val Basento, quelle intorno a Matera e probabilmente aree equidistanti come Melfi e altre”. Questione di tempistica. L’incontro barese tra i due Assessori al ramo, Cifarelli e Mazzarano va nella direzione di anticipare i tempi concordando un progetto comune per ottenere il decreto istitutivo necessario alla costituzione della Zes tra Puglia e Basilicata. Va ricordato che per la Basilicata resta fondamentale nell’ambito della Zes interregionale, la creazione contemporanea di una Zfe, Zona franca energetica , progetto iniziale proprio del professore Berlinguer,  con vantaggi e benefici con l’attivazione congiunta dei due strumenti : il regime della fiscalità di vantaggio previsto per l’area ZES sommandosi alle significative riduzioni della ZFE sulle imposte relative al consumo di tutti i prodotti di derivazione petrolifera e dei costi di produzione. Tutto questo probabilmente fornirà un valido supporto alle attività delle imprese differenti già presenti sul territorio, stimolando la diversificazione dell’economia del settore. Vero obiettivo finale dichiarato, nel 2014 all’epoca dal Professor Berlinguer, nelle vesti dell’allora Assessore tecnico all'Ambiente, Infrastrutture e Trasporti presso la Giunta Regionale lucana, e confermato a microfono spento dallo stesso tra l’aeroporto di Bari e quello di Roma.


Oreste Roberto Lanza
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

Il presepe è una rappresentazione sacra non un simbolo della tradizione

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

In questa nostra Italia litigiosa anche i segni della fede...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione