Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

“Niente da mettermi”, ma molto da offrire. Il banchetto di Natale dell’ALA a favore delle persone con autismo

POTENZA - Un Natale di solidarietà per dare una mano a chi ogni giorno si adopera per far fronte ai problemi dell’autismo. Lo ha fatto Simona Mizzolini, un po’ artista un po’ artigiana ma sempre e completamente fai da te, che ha realizzato una serie di oggetti che sono finiti poi sul banchetto natalizio dell’Associazione Lucana Autismo, che dalla vendita di beneficienza ha ricavato un piccolo gruzzoletto, parliamo di circa 400 euro, che andranno a finanziare le attività associative.
Lo scorso 11 dicembre, in un angolo del negozio Diana a Potenza, la presidente ALA Zaira Giugliano ha allestito la piccola bottega della solidarietà pro autismo, mettendo a disposizione, dietro offerta spontanea, bijoux e piccoli diari realizzati a mano, e senza alcuno scopro di lucro, da Simona Mizzolini che da tempo ha messo su la sua attività a cui ha dato nome “Niente da mettermi”, e che da Milano, per l’occasione, è sbarcata nel capoluogo lucano per dare una mano alla causa dell’autismo.
Oltre ad essere un’attività di autofinanziamento, ha spiegato Zaira Giugliano, il banchetto ha voluto rappresentare anche e soprattutto un momento di sensibilizzazione verso i problemi dell’autismo, alla quale l’associazione lavora fin dalla sua nascita.
La carenza di fondi, poi, rende necessario aguzzare l’ingegno e rimboccarsi le maniche per reperire quanto serve per portare avanti progetti e iniziative che il più delle volte non trovano riscontro nel sostegno pubblico.
La cifra raccolta, pur nella sua esiguità considerando che il banchetto è durato un solo giorno ed è stato ospitato in un solo locale del capoluogo, servirà a sostenere le attività associative, mentre la presidente ringrazia quanti hanno voluto dare il proprio contributo alla causa, che sono stati tanti se si considera che l’iniziativa ha avuto carattere estemporaneo. Ma pur nella sua estemporaneità, tuttavia, esso è il segno di una presenza continua e incisiva, che è appunto quella di famiglie e volontari che operano nell’ALA e che ogni giorno lavorano per rendere più leggero il carico di un problema gravoso e ancora troppo poco preso in considerazione, come quello dell’autismo.

Francesco Addolorato

 

Editoriale

Grillo e l’autismo. È lo stigma il danno maggiore di quei cinque minuti di follia

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Perché i cinque minuti di follia di Beppe Grillo al...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione