Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

       FAMIGLIA E SOCIETA'

       

 

     a cura della dott.ssa Silvia Silvestri - Consulente Legale e Mediatrice

       

A+ A A-

L’estate resta il periodo preferito per sistemare casa: boom dei lavori domestici grazie al bonus casa

 

Con l’arrivo della bella stagione aumenta il tempo libero e l’energia e con essa la voglia di ristrutturare casa per rendere il proprio nido sempre più accogliente e confortevole o il desiderio di non rimandare più tutti quei noiosi lavori che durante l’anno non si è riusciti a fare. È in questo momento che novità e semplificazioni per lavori domesticifavoriscono,più che in passato, opere edili e ristrutturazioni. La legge di bilancio relativa all’anno in corso, così come per il 2017, prevede i cosiddetti bonus casa, sgravi fiscali e agevolazioni su spese relative a ristrutturazioni, interventi di risparmio energetico, acquisto di mobili ed elettrodomestici con detrazioni fino al 65%. La novità introdotta per il 2018 è il bonus verde, detrazione pari al 36% delle spese sostenute per la riqualificazione del verde, ovvero, di giardini, terrazzi e balconi per un massimo di spesa detraibile pari a 5000 euro. A promuovere ulteriormente la programmazione di innovazioni o di restauri necessari sono anche le ultime novità in campo urbanistico amministrativo. Grazie al decreto delle Infrastrutturenon è più necessario chiedere il permesso al Comune, né ottenere Cil, Cila o  Scia per svolgere una serie di interventi o lavori in casa. Il decreto contieneun elenco puntuale di tutti i lavori, interventi e riparazioni realizzabili senza dover richiedere il permesso al Comune per costruire, autorizzazioni e senza che sia necessario presentare preventive comunicazioni d’inizio dei lavori. L’elenco pubblicato, è composto da 58 voci ma è aperto a delle integrazioni e al momentocontiene l’indicazione di tutti ilavori realizzabili e che rientrano nella così definitaedilizia libera, andando a costituire un vero e proprio vademecum per i cittadini ed esemplificando per tutti il riconoscimento delle opere che possono essere eseguite senza alcun titolo abilitativo.

I più comuni lavori in casa liberalizzatie fino ad oggi anche i più richiesti sono: installazione, riparazione, sostituzione o rinnovamento di cancellate e opere anti intrusione; riparazione e sostituzione di controsoffitto (anche installazione se non strutturale); riparazione, integrazione, rinnovamento e messa a norma degli impianti elettrico, del gas, igienico e idrico-sanitario (per quest’ultimo anche in caso di sostituzione dei sanitari, di fatto il rifacimento del bagno); installazione, riparazione, sostituzione, rinnovamento e messa a norma di servoscale e ascensori (per questi, purché non si incida sulla struttura portante); pavimentazione di aree pertinenziali comprese vasche di raccolta delle acque e locali tombati; creazione di barbecue, gazebo, pergolati (non stabilmente infissi), ripostigli per gli attrezzi, tenda e pergotenda, elemento divisorio verticale non in muratura.

Ovviamente anche per gli interventi considerati “liberi” resta fermo il rispetto delle prescrizioni contenute negli strumenti urbanistici e nelle normative di settore, come le norme antisismiche, antincendio, igienico-sanitarie, di tutela dei beni culturali e del paesaggio. La possibilità di chiedere delle detrazioni fiscali per tutte queste opere incoraggia ancora di più l’inizio dei lavori e per chi vuole usufruirne sarà sufficiente avere la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, nella quale sarà indicata la data di inizio dei lavori e l’attestazione che gli interventi operati rientrano tra quelli agevolati, supportata dalle fatture necessarie per provare lo svolgimento dei lavori e dai pagamenti effettuati tramite bonifico parlante. Nonostante le alte temperature siano più adatte al relax o a una gita al mare, anche quest’anno l’estate si è conferma la stagione preferita dagli italiani per dedicarsi ai piccoli e grandi lavori domestici. Tanti stanno approfittando proprio in questi mesi di queste condizioni favorevoli, proprio come tanti stanno approfittando anche dei nonni e dei parenti per far andare in vacanza i bambini e delle ferie loro o degli altri per non creare troppi disagi.

Silvia Silvestri 

 

Editoriale

Popolarismo e populismo, politica e antipolitica. La lezione di Sturzo dopo un secolo

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Sono parenti ma non sono la stessa cosa. Popolarismo e...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione