Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Calcio Lega Pro,Girone C: Pareggio bugiardo al Granillo per il Matera

Allo stadio Granillo, di Reggio Calabria, il Matera cercava la prima vittoria importante per ritornare a fare tre punti dopo la vittoria all’esordio contro l’Akragas e il pareggio conquistato sette giorni fa contro il Cosenza. Alla fine pareggio pare essere la soluzione migliore. Al fischio di inizio subito un minuto di silenzio per ricordare le vittime dell’alluvione di Livorno. Poi subito Matera.Al primo minuto  Strambelli, su lancio di Casoli, non riesce a finalizzare portandosi la palla fuori dallo specchio della porta della Reggina. Pochi minuti dopo, al 9’ minuto Strambelli prova la botta dalla distanza: sfera che viene ribattuta subito da Solerio. Ma la Reggina tra l’11’e il 14’ minuto mette sotto pressione la retroguardia lucana con diverse azioni pericolose. Pressione dei locali che aumenta di intensità soprattutto al minuto 18’ quando su una punizione di De Francisco la palla finisce a De Filippo che prova l’incornata ma il portiere lucano Golubovic respinge con i pugni. Al 24’ minuto rispondono i Lucani materani sempre con Strambelli. Casoli serve Strambelli che dalla distanza ci prova con la sfera che termina di non molto alta sopra la traversa. La Reggina, pero, non si fa intimorire e la 36’minuto va vicinissima al goal. Sciamanna beffa Scognamillo che sbaglia la marcatura, sbroglia la matassa, ancora una volta Golubovic: sicuro e pulito il suo intervento sulla punta amaranto. Ma un minuto dopo, al 37’ minuto arriva il meritato vantaggio della formazione calabrese allenata da Maurizi.Ottimo lancio per Porcino che scatta sul filo del fuorigioco, e beffa Golubovic che questa volta non poteva fare niente: Reggina - Matera 1-0. Ancora Reggina un minuto dopo. Pasticcia ancora il Matera che sugli sviluppi del corner per la Reggina permette la conclusione a Di Filippo in piena area: Golubovic, blocca la sfera.La ripresa vede un Matera diverso, Voglioso e più convinto di arrivare al risultato. Auteri manda in campo Sernicola al posto di Stendardo. È il 52’ minuto quando il Matera raggiunge la parità. Proprio in neo entrato, Sernicola, regala il pallone del pareggio ai compagni di squadra. Dagli sviluppi del corner battuto da Strambelli, il numero 17 biancoazzurro in spaccata si avventa sulla sfera e trafigge Cucchietti. Galvanizzato dalla rete del pareggio, il Matera tenta di chiudere l’incontro. È il 55’ minuto quando arriva la chance della serata Insidiosissimo cross di Angelo che taglia l'area piccola, ma non c'è nessuna. Sfera che giunge a De Falco che ci prova: sfera di poco alta. Ancora Strambelli qualche minuto dopo ci prova con una forte botta dalla distanza devia Succhietti, poi ci prova Angelo: sfera alta. Si sveglia la Reggina. Al 71’ minuto brivido in area lucana.Porcino mette al centro un ottimo cross che taglia tutta l'area piccola, devia Scognamillo che anticipa Sciamanna pronto a deviare in rete: palla in corner.Il Matera risponde. Ancora Sernicola che scappa sulla corsia, e mette al centro un ottimo pallone per Corado che va in spaccata, non riuscendo ad approfittare della grande occasione. Negli ultimi minuti è un assedio alla porta calabrese da parte dei lucani. Contropiede improvviso per i biancoazzurri con Battista che ci prova: un difensore devia in corner. In finale di tempo ancora il lucano Strambelli con una delle sue punizioni non riesce a trovare la rete ma le mani del portiere locale Cucchietti che blocca facilmente la sfera. Si grida al goal per il Matera nelle fasi di recupero. È il 94’ minuto Battista vince un contrasto e tutto solo davanti a Cucchietti, calcia clamorosamente sul palo! Poteva essere l'occasione del gol, della vittoria. Sfortuna questo è il termine giusto da gridare per il Matera. Chi probabilmente non prenderà sonno è Ignazio Battista che sul gong della partita centra il palo, a porta praticamente spalancata, facendo restare l’urlo vittoria dei tifosi biancoazzurri strozzato in gola.

REGGINA (4-3-2-1): Cucchietti, Laezza, Di Filippo, Gatti (dal 32’ st Pasqualoni), Solerio, Marino (dal 13’ st Fortunato), Mezavilla, Porcino, De Francesco, Bezziccheri (dal 13’ st Sparacello), Sciamanna (dal 47’ st Garufi). A disposizione: Licastro, Turrin, Tazza, Auriletto, Amato, Maesano, Silenzi. Allenatore: Maurizi.

MATERA (3-4-3): Golubovic, Scognamillo, Stendardo (dal 1’ st Sernicola), Mattera, Angelo, De Falco, Maimone (dal 17’ st Salandria), Casoli, Strambelli, Dungandzic (dal 6’ st Corado), Giovinco (dal 29’ st Battista). A disposizione: Tonti, Mittica, De Franco, Buschiazzo, Di Sabatino, Maciucca. Allenatore: Auteri.

ARBITRO: Matteo Proietti (Terni).

RETI: al 37’ pt Porcino (R), al 7’ st Sernicola (M).

NOTE: Terreno di gioco in buonissime condizioni. Ammoniti: Fortunato (R) e Maimone, Casoli, Mattera (M). Angoli: 9-3 per il Matera. Recupero: 1’ p.t. e 5’ s.t. Spettatori: 3000 circa con una ventina dei quali provenienti dalla Città dei Sassi.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

La tentazione pigliatutto della sindaca-segretaria. Ma ora lo Statuto dice che deve dimettersi

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Con il primo consiglio comunale parte ufficialmente l’amministrazione a guida...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato