I dati e i risultati della ricerca sugli anfibi del Parco Nazionale dell'Appennino Lucano, condotta dal WWF Italia e finanziata dal Parco Nazionale dell'Appennino Lucano Val d'Agri Lagonegrese, sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica internazionale Acta Herpetologica, pubblicata dalla Societas Herpetologica Italica (S.H.I.).  
L’articolo, in lingua inglese, contiene i risultati di campo e note di ecologia derivanti da un inteso lavoro di ricerca condotto da una equipe di tre persone: il dott. Antonio Romano, erpetologo professionista e consulente della IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) e del WWF Italia, a da due naturalisti lucani, il dott. Remo Bartolomei e il dott. Antonio Luca Conte.
La ricerca ha permesso al Parco di acquisire un contributo di altissimo livello sul patrimonio erpetologico presente nell’area protetta anche in considerazione che la regione Basilicata risulta essere la regione italiana con meno dati faunistici, soprattutto per quanto riguarda l’erpetofauna.
Soddisfazione ha espresso il Presidente del Parco Ing. Domenico Totaro, per il quale “la pubblicazione del lavoro di ricerca su una rivista scientifica internazionale consente di far conosce il Parco e le sue peculiarità al mondo accademico e scientifico dando un valore internazionale ai risultati eccellenti della ricerca condotta dal WWF e dai suoi consulenti. Questo lavoro –ha continuato Totaro- con i suoi risultati conferma come lo stato dell’ambiente nel Parco conservi valori di naturalità eccezionali, l’impiego di studiosi locali conferma inoltre come la tutela della biodiversità, che ricordo essere l’obiettivo primario dell’esistenza del Parco, possa essere anche opportunità di lavoro e di crescita professionale per i residenti nell’area.”


0
0
0
s2sdefault