Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Calcio Lega Pro, Girone C. Prima l’inferno poi il paradiso. Termina 3-3 tra Matera e Trapani

Finisce in parità 3-3 tra Matera e Trapani, match della 14 esima giornata. Matera per il riscatto, il Trapani per continuare l’ottimo momento che sta attraversando. Questi i principali temi della sfida odierna.Parte deciso il Trapani che già nei primi minuti è proprietario dell’iniziativa. Al 1’ ci prova Palumbo con un'iniziativa personale. Attento, nell'occasione Golubovc che blocca facilmente. Al 3’ ancora il Trapani ma De Franco è lesto a liberare in area una palla pericolosa. Al 14’ ancora Trapani. Bel diagonale ad incrociare di Murano che prova a sorprendere Golubovic. Miracolo del portiere sloveno che devia in corner. Matera smarrito e poco reattivo. Il Trapani gioca con disinvoltura e crea molti pericoli in area lucana. La svolta al 15’. Trapani in vantaggio. Dal corner, i granata si portano in vantaggio. Bel cross da angolo, palla per Silvestri, che tutto solo, libero, in piena area, incorna in rete. Nulla da fare per Golubovic. Matera sotta al quarto d'ora. L’undici di Mister Auteri in piena difficolta non riesce a reagire. Al 20’ il Trapani raddoppia. Veloce contropiede del Trapani: palla per Evacuo che trova un bellissimo cross, palla sui piedi di Maracchi che fredda l'incolpevole Golubovic. Doppio vantaggio per i granata dopo venti minuti. Sembra finita la partita ma i Lucani finalmente reagiscono e cominciano a macinare gioco a centrocampo. È il 33’ quando si avverte il primo squillo materano. Buon pallone in area di Battista che trova Urso. Il centrocampista biancoazzurro, però, colpisce male: sfera a lato. Auteri effettua il primo cambio. Al 35’ esce Sernicola, entra Salandria. Ma due minuti dopo il Trapani realizza la terza rete. È il 37’ quando viene fischiata punizione dalla trequarti: palla per Evacuo, che tutto solo in piena area, non ha nemmeno bisogno di saltare per incornare in rete e beffare il povero Golubovic. Dalla Tribuna cala il gelo, tifosi materani in silenzio. Partita finita?, macché. Il Matera non ci sta e riprende a macinare gioco cercando di bloccare il centrocampo avversario. La reazione è veemente a tre minuti dal fischio della prima frazione di gioco il Matera torna in partita. E’ il 42’ calcio d'angolo, Urso con un colpo di testa beffa Furlan. Rinvigorito dalla realizzazione gli uomini di Auteri continuano a bloccare le poche resistenze dei siciliani fino a quando nei minuti di recupero succede l’imprevedibile. Rigore per i Lucani. Giovinco si guadagna un calcio di rigore in piena area. Sul dischetto proprio Giovinco che freddamente batte Furlan. Ora la partita è pienamente riaperta per il Matera. La ripresa inizia con il Matera volitivo e convinto di raggiungere la parità. Al 53’ ancora Urso per i lucani. Bella punizione dalla trequarti: in piena area, Urso colpisce deciso. Sfera di un niente a lato. Occasione vera per il Matera. Con il passare del tempo il Matera diventa padrone del campo e per l’undici siciliano di mister Calori cominciano i primi problemi in difesa. Ma soltanto le solite imprecisioni impediscono al Matera di raggiungere la parità che appare meritare. Ancora Urso in giornata perde l’occasione del pareggio. Ricorre l’83’ corner di Giovinco per l'incornata a botta sicura di Urso. Furlan salva i suoi, compiendo un grandissimo miracolo e rifugiandosi in corner. Ma il Matera comincia a crederci. Quandola tabella luminosa del quarto uomo si alza per indicare cinque minuti di recupero arriva il fischio dell’arbitro vicentino Zanonato che indica il dischetto del rigore per il Matera. È il 93’ dal dischetto ancora Giovinco non sbaglia. Rimonta completata, il Matera agguanta il 3-3. Prima del fischio finale si registra l’espulsione del siciliano Maracchi per un bruttissimo fallo sulla trequarti ai danni di un giocatore del Matera. Inferno e paradiso, andata e ritorno. Alla fine, però, il pareggio arriva. All’ultimo respiro, come sette giorni fa. Incubo i primi 37’, nei quali i granata hanno praticamente fatto ciò che hanno voluto. Ottima, invece, la reazione successiva. Ma al Matera probabilmente manca qualcosa di importante oltre a qualche giocatore: la convinzione nei propri mezzi.

MATERA (3-4-3): Golubovic, Buschiazzo, De Franco (dal 34’st Maimone), Scognamillo, Angelo, De Falco (dal 34’ st Sartore), Urso, Sernicola (dal 36’ ptSalandria), Casoli, Giovinco, Battista (dal 19’ st Dungandzic). A disposizione: Tonti, Mittica. Allenatore: Auteri.

TRAPANI (3-5-2): Furlan, Silvestri, Pagliarulo, Rizzo (dal 11’ st Visconti), Fazio, Maracchi, Bastoni (dal 11’ st Steffè), Palumbo (dal 30’ st Girasole), Marras, Evacuo, Murano (dal 38’ st Reginaldo). A disposizione: Pacini, Ferrara, Bajic, Legittimo, Taugourdeau, Canino, Dambros, Minelli. Allenatore: Calori.

ARBITRO: Andrea Zanonato (Vicenza).

RETI: al 15’ pt Silvestri (T), al 20’ st Maracchi (T), al 37’ pt Evacuo (T), al 42’ pt Urso (M), al 47’ ptGiovinco (M) su rigore, al 47’ st Giovinco (M) su rigore.

NOTE:.Espulsi: al 49’ st Maracchi (T) per doppia ammonizione. Ammoniti: Bischiazzo, De Falco (M) e Furlan, Maracchi, Steffè (T). Angoli: 9-2 per il Matera. Recupero: 2’ p.t e 5’ s.t Spettatori: 1500 circa con una ventina dei quali provenienti da Trapani.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

I 18 anni di mio figlio autistico. Finché c’è scuola c’è speranza, e oltre la…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

E così mio figlio autistico ha compiuto i 18 anni...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato