Avvistata nel Parco Nazionale del Pollino una coppia del raro Piviere Tortolino.  Ne dà notizia il gruppo Lupi di Sanseverino Lucano che a metà settembre, nei pressi delle praterie di Cresta di Serra delle Ciavole, durante un'escursione sociale si è imbattuto in questo raro uccello della famiglia dei Charadriidae, che include corrieri, pivieri, pivieri tortolini, fratini e pavoncelle. Uccelli che abitano nelle aperte campagne di tutto il mondo, specialmente in habitat vicini all'acqua.

"Si tratta di uno degli uccelli più rari d'Italia – sottolinea Saverio De Marco, delegato regionale per la Basilicata del gruppo Lupi San Severino Lucano - frequentatore e nidificante nell'Artico e, in Italia, nella sola Majella”. Una presenza di un nuovo volatile prestigioso all’interno del Parco nazionale del Pollino. “In questo caso si tratta indubbiamente – precisa De Marco - di individui in rotta di migrazione, i quali al contrario degli altri uccelli d'acqua anziché le paludi, per le loro soste scelgono i pascoli d'altitudine alpini ed appenninici". Presenza ormai diventata abitudinaria.

“Alcuni anni fa una simile fortuna – conclude De Marco – fu anche un ex Socio dell'AIW, Maurizio Castellucci, quando, sempre in autunno, ebbe la ventura di osservarne e fotografarne due sull'altopiano della Serra Lunga abruzzese.” Sono uccelli, fanno sapere i naturalisti del gruppo Lupi di San Severino Lucano, di piccole-medie dimensioni, colli corti e robusti, e ali lunghe e appuntite. I pesi e le lunghezze variano dal piccolo di soli 26 g e 14 centimetri, ai 368 g e i 35 centimetri.


Oreste Roberto Lanza
oreste.lanza@basilicatanotizie
 

 


0
0
0
s2sdefault