L’ultimo incidente mortale in un cantiere edile lucano risale al 30 marzo scorso con la morte di un operaio (Giuseppe Palagano, originario di Nemoli) al lavoro nella galleria “Renazza” sul tratto lucano dell'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, a riprova che non si deve abbassare la guardia sull’attività di prevenzione degli infortuni. Nello specifico, Il C.P.T. ( Comitato Paritetico Territoriale per la prevenzione  infortuni, igiene e ambiente di lavoro di Potenza e Provincia) – che è un Ente Bilaterale senza scopo di lucro, costituito negli anni novanta con un  accordo  tra la sezione provinciale  costruttori edili (ANCE) della provincia di Potenza e  le organizzazioni sindacali dei lavoratori edili  ( Feneal-Uil, Filca-Cisl , Fillea-Cgil) – ha promosso un nuovo sito web ( www.cptpotenza) che sarà attivato nei prossimi giorni. L’obiettivo è quello istituzionale del Comitato della divulgazione delle buone pratiche  e delle cultura della prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro. Dal primo report che sarà diffuso risulta, secondo i dati Inail 2012, che il numero di infortuni nel settore delle costruzioni in provincia di Potenza ammonta a 272 e che l’Inail ha effettuato complessivamente in Basilicata 166 verifiche su “apparecchi di sollevamento”. Quanto all’attività specifica del Comitato, essa consiste in Visite nei cantieri edili; Informazione e formazione sulla sicurezza; Realizzazione  di materiale informativo e didattico; Campagne di prevenzione infortuni; Consulenze alle imprese; Ricerche applicate nel campo della sicurezza.  Il nucleo tecnico del C.P.T.  – spiegano i componenti dell’ufficio di Presidenza, costituito dal  Presidente, Ing. EMANUELE  SAPIENZA, di emanazione ANCE ,  e il Vice Presidente, MICHELE LA TORRE , di emanazione sindacale FILCA-CISL - effettua visite in cantiere allo scopo di fornire i suggerimenti necessari per l’applicazione delle norme  e la conseguente adozione  delle misure per la tutela della salute e della sicurezza nell’ambiente di lavoro. Nel 2012, a livello nazionale, sono stati visitati 28.448 cantieri fornendo assistenza a 22.720 imprese per un totale complessivo di 48.906 visite (con una media di 1,7 visite a cantiere). L’attività di informazione, invece, viene effettuata attraverso le conferenze presso i cantieri edili a beneficio dei lavoratori, oltre all’organizzazione di stages formativi specifici per tecnici della sicurezza di enti pubblici, per tecnici di impresa e per le organizzazioni sindacali. Il nucleo tecnico è composta dall’ Ing. MAURO DELUCA PICIONE e   Arch. GIOVANNI CANIO VIGNOLA. Con l’Asseverazione, scelta volontaria dell’impresa edile, viene attestata l’adozione e l’efficace attuazione di un modello di organizzazione e gestione della salute e sicurezza sul lavoro. Gli scopi del  comitato sono lo  studio e la risoluzione  dei problemi generali e specifici riguardanti la prevenzione degli infortuni, l’igiene ed il miglioramento dell’ambiente di lavoro in genere, formulando proposte e suggerimenti e promuovendo le iniziative in materia.

0
0
0
s2sdefault