SENISE - È articolata in cinque punti la risposta che Vincenzo Calabrese, esponente di quella parte di PD di Senise che è minoranza al suo interno ma  maggioranza in consiglio comunale, ha formulato nei confronti dei rilievi che il segretario Rossella Spagnuolo ha mosso al sindaco Giuseppe Castronuovo. Oggetto del contendere è la visita dell’assessore regionale all’agricoltura Michele Ottati nel centro sinnico, svolta, secondo Spagnuolo, in modo eccessivamente privato. Ospitato sulla bacheca Fb di un amico, Calabrese ha messo in fila cinque precisazioni che, come lui stesso ha scritto, non hanno alcuna pretesa di insegnare alcunché ad alcuno. “È singolare –si legge nell’intervento-  che chi per ruolo dovrebbe fare il pompiere in realtà fa il "Grisù  (il piccolo drago dei cartoni animati ndr)" ; l'assessore, che va tenuto fuori, e qui concordo, ha tenuto un incontro d'area sul PSR a Noepoli ... se le forze politiche non hanno partecipato è una loro mancanza; gli scritti dell'assessore e la visita di ieri lo ha confermato parlano del "fare" non convegni politici che tutto dicono e niente risolvono... basta cn le passerelle; ieri si è recato nella nostra cittadina, accompagnato da un suo funzionario, per rendersi conto personalmente delle problematiche che all'atto del suo insediamento vi sono state poste dall'amministrazione
comunale di Senise. Questo si andrebbe lodato; è vero cambiare si può e si deve, peccato non vi siate accorti che qualcuno lo ha fatto sottraendo già da otto anni questo paese alla cappa politica e a qualsivoglia familismo amorale che tanti danni ci ha recato e non consentiremo a nessuno di riportarlo a quello stato.”

0
0
0
s2sdefault