La dirigente dell’Ufficio Sistemi culturali e turistici della Regione Basilicata  Patrizia Minardi ha incontrato questa mattina, nella sala Vulture di via Anzio, le associazioni delle guide turistiche per un  primo confronto sul nuovo decreto ministeriale, ancora in via di approvazione, sui c.d. siti speciali, che individua i requisiti necessari ad ottenere l’abilitazione specifica per lo svolgimento della professione di guida turistica in siti di particolare interesse storico, artistico e archeologico e che ne disciplina il procedimento di rilascio.
“In vista dell’incontro definitivo sul decreto,  fissato il prossimo 5 marzo in sede di Conferenza Unificata Stato – Regioni, intendiamo – ha sottolineato la Minardi -  condividere con le associazioni la lista dei siti speciali individuati  dalla Regione nei vari incontri con le Soprintendenze. Si tratta di 65 siti scelti sulla base della valenza storico, artistico e culturale e secondo alcuni criteri stabiliti dallo schema di decreto, tra cui l’ingresso controllato da parte dei turisti e l’esistenza di orari certi di apertura al pubblico”. “L’obiettivo finale della norma – ha aggiunto -   è quello di garantire al turista un’offerta integrata del Sistema paese e un servizio di guide turistiche di esperienza e qualità. Tutto questo però sarà fatto tutelando i lavoratori e le professionalità in questo campo ”.
Le associazioni nei prossimi giorni, dopo un  confronto con gli iscritti,  potranno far pervenire, in via telematica all’Ufficio, indicazioni e osservazioni sull’elenco proposto in modo tale da apportare modifiche che saranno poi discusse con il Ministero. Tra gli spunti emersi dal dibattito odierno quello di inserire, nella scelta dei siti lucani,  il criterio della valenza turistica oltre quello dell’interesse storico- artistico e archeologico. 
Durante la discussione è stato inoltre fatto il punto sulle modalità di conseguimento dell’abilitazione specifica, per la quale le Regioni entro un anno dall’entrata in vigore del decreto dovranno prevedere apposite sessioni d’esame.
Per la Minardi, infine, il dialogo iniziato oggi dovrà estendersi nei prossimi mesi a tutte le questioni strategiche che interessano trasversalmente il settore turistico e quello culturale del nostro territorio, a partire dalla definizione degli itinerari per Expo 2015 e dal riordino del  patrimonio culturale locale.
Erano presenti al tavolo le seguenti associazioni: GIAA Basilicata, Oltre l’arte di Matera, GTA Basilicata. ANGT, il Centro di Educazione Ambientale di Montescaglioso e l’Ente Parco Murgia Materana.