Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Da Gerusalemme partito il 101^ Giro d’Italia. Maglia rosa Dumoulin

 

Partito il Giro D’Italia numero 101. Da Gerusalemme, alle 13,50 ha preso il via la prima tappa con il cronometro di ben 9,7 chilometri. Per la prima volta nella storia del ciclismo un grande giro parte al di fuori dei confini europei. Un giro d’Italia in onore del grande Gino Bartali, vincitore di tre appuntamenti rosa, nel 1936, 1937 e nel 1946, che a metà anni 40 con la sua bicicletta salvava migliaia di ebrei dalla deportazione nazista. Nascosti nel tubolare della propria bici c’erano documenti che avrebbero salvato migliaia di ebrei da una deportazione nazista che in pratica avrebbe significato la morte.Cosi la storia. Cronometro individuale cittadina con percorso di diversa ampiezza lungo un tracciato molto ondulato con continui cambi di direzione e di pendenza. Primo rilevamento intermedio al km 5.1. Al km 7.3 di un breve tunnel ben illuminato. Ultimi 3 km ondulati sempre su vie cittadine. Finale dapprima in discesa con una curva ai 750 m dall’arrivo e ultimi 300m in marcata salita con punte del 9% negli ultimi 100 m. Rettilineo di arrivo in asfalto di larghezza 6.5 m. Maglia rosa Tom Dumoulin della Team Sunweb che all’arrivo fa registrare il miglior tempo 12’,02’’ scavalcando Rohan Dennis che fino a quel momento aveva mantenuto la testa della classifica con il miglior piazzamento a 12’,04’’. TerzoVictor Campenaertscon un ritardo dalla maglia rosa di appena 4 centesimi. Ottima la prestazione degli italiani. Di rilievo quella del lucano Domenico Pozzovivo, Bahrain –Merida, che con il suo 12’,30’’, all’intertempo 6,24 con 2 secondi in meno di Rohan Dennis, si piazza al decimo posto, primo degli italiani. Dietro il Lucano soltanto l’altro italiano Valerio Conti con 12’,31’’. “Sono partito molto veloce – sono state le prime battute del lucano Domenico Pozzovivo all’arrivo - poi le difficolta del tracciato si sono fatte sentire. In ogni caso questa prima tappa è stata programmata per verificare da subito lo stato fisico di ognuno di noi. Posso dire di sentirmi bene per far bene”. Domani seconda tappa. Da Haifa aTel- Aviv di 167 chilometri.Tappa praticamente pianeggiante, con la presenza di un singolo GPM a metà percorso di breve lunghezza, ma con pendenze oltre il 10% a ZikronYa’aqov. Da segnalare la presenza dei consueti ostacoli urbani al traffico come rotatorie, spartitraffico e talvolta dossi rallentatori. Rettilineo finale di 600m su asfalto largo 8m.Arrivo  per velocisti.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione