Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Giro d'Italia, sul Gran Sasso, vince Yates che resta in maglia rosa. Pozzovivo fa divertire in salita

 
La Maglia Rosa Simon Yates (Mitchelton – Scott) vince la nona tappa del centunesimo Giro d’Italia, Pesco Sannita-Gran Sasso d’Italia (Campo Imperatore) di 225km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Thibaut Pinot (Groupama – FDJ) e Esteban Chaves (Mitchelton – Scott) quarto il lucano Domenico Pozzovivo, capitano della Bahrain-Merida con soli 4 secondi di ritardo dal vincitore. Terzo arrivo in salita del Giro. Primi 100 km lungo la strada a scorrimento veloce da Benevento a Rionero Sannitico con carreggiata ampia, ben pavimentata e con la presenza di numero gallerie ben illuminate. Seconda parte con la salita di Roccaraso (GPM) seguita dalla lunga discesa fino a Sulmona e Popoli. Dopo i due Traguardi Volanti inizia salita finale di circa 45 km intervallati da brevissime contropendenza e suddivisa nella classificazione del GPM in due parti la prima fino a Calascio e la seconda più breve e pendente fino all'arrivo. Ultimi 7 chilometri in forte discesa ultimo rettilineo di 120 metri con linea di arrivo larga appena 6 metri. La fuga di giornata prende inizio dopo un chilometro e vede protagonisti 14 corridori. Micaela Cherel (AG2R La Mondiale), Davide Ballerini (Androni Sidermec), Fausto Masnada (Androni Sidermec), Manuele Boaro (Baharain-Merida), Giovanni Visconti (Baharain-Merida), Simone Andreetta (Bardiani CSF), Cesare Benedetti (Bora-Hansgrohe), Tim Wellens (Lotto FixAll), Natneal Berhane (Dimension Data), Hugh Carthy (EF Education First-Drapac), Maxim Belkov (Katusha-Alpecin), Gianluca Brambilla (Trek-Segafredo), Laurent Didier (Trek-Segafredo) e Alex Turrin (Wilier Triestina).  Ai 50 chilometri il gruppo dei fuggitivi  ha un vantaggio di 8’, sul gruppo che via via va sempre riducendosi. Con il passare del tempo e dei chilometri  la fuga perde i pezzi e in sei rimangono al comando: Carthy, Boaro, Visconti, Brambilla, Cherel e Masnada, che prendono l’ascesa del Gran Sasso con 2’30’’ di vantaggio. Gli ultimi 20 chilometri , spettacolo sul Gran Sasso. Masnada tenta l’azione solitaria, ma le pendenze importanti  e il forte vento contrario sono avverse all’eroico corridore dell’Androni, che viene riassorbito dal gruppo dopo 222 km di fuga. A tremila metri si accende così la gara tra i big della classifica generale: Aru perde subito terreno, il sardo si ritrova senza compagni nel momento decisivo della corsa, , Froome cede ai a un chilometro e mezzo . Alla fine la spunta Simon Yates, che nel finale ha più gambe di Pinot, Chaves e Pozzovivo, consolidando la maglia rosa e aumentando il divario sugli inseguitori, più 32 secondi su Chaves, più 38 secondi  su Dumoulin. Primo successo al Giro per Yates, il 24esimo per un britannico, il primo dal 2013. Grande prestazione del lucano Pozzovivo che riesce a rimanere a ruota dei protagonisti della giornata e consolidando la quinta posizione in classifica generale che vede un ritardo di soli 57 secondi dalla maglia Rosa. Cambiano le posizioni in testa alla classifica generale. Ora il colombiano Esteban Chaves è secondo al suo connazionale maglia rosa Yates, solo terzo Tom Doumoulin che porta il proprio ritardo a 38 secondi. Lunedì secondo giorno di riposo, si riprende martedì con la 10^ tappa Penne-Gualdo Tadino di 239 km, frazione mossa adatta alle fughe e ai finisseur, corridori dotati di un buon scatto finale. 
 
Oreste Roberto Lanza
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione