Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Giro d’Italia, Mohoric fa sua la Penne-Gualdo Tadino. Yates ancora in Maglia Rosa. Pozzovivo quarto in classifica generale

 

Lo sloveno Matej Mohoric (Bahrain- Merida) vince la tappa numero 10 del Giro d’Italia 2018. Secondo il tedesco Nico Denz terzo il velocista e vincitore della tappa di Praia a Mare Sam Bennett. In crisi Chaves, colpito da una crisi respiratoria e arrivato sul traguardo con 25' minuti di ritardo. Dopo la sosta, riparte il Giro d’Italia numero 101.Tappa sul luogo della famosa tragedia del 18 gennaio 2017 quando una slavina travolse l’Hotel di Rigopiano nel comune di Farindola causando ben 29 vittime.Il percorso odierno, Penne- Gualdo Tadino (prima volta del giro con arrivo nella cittadina abruzzese) è stato il più lungo con 244 chilometri. Solo 15 chilometri in più rispetto al percorso di Be’Er sheva –Eliat di 229 chilometri. Per precisione va detto che il programma odierno prevedeva un chilometraggio del percorso di ben 239 poi sono stati aggiunti ben 5 chilometri alla partenza. Tappa con molti saliscendi e l’attraversamento dell’appenino da Sud verso Nord con percorso tortuoso costellato prevalentemente di brevi salite pedalabili. Tre GPM di cui il primo, lungo quasi 20 km, su un versante inedito del Gran Sasso. Finale pianeggiante con ultimi chilometri su ampia strada fino a 1.500 m dall’arrivo con alcune curve ad angolo retto che hanno portato i 175 corridori a 750 m dall’arrivo nel rettilineo finale. Temperatura alla partenza di ben 16 gradi con vento debole tre gradi in meno, all’arrivo a Gualdo Tadino con vento che soffiava sui i 16 chilometri orari che non ha minimamente condizionato la corsa. Pronti via. Dopo 3 chilometri 13 corridori a fare l’andatura. Ballerini, Sanchez. Mohoric Hermans, Neilands King Scully, Martin Bouwman, Pantano Gomez, Pedersen, Conti, Mosca.Ai 13 dopo pochi chilometri si aggiungono l’italiano Montaguti , Quintana e Schmidt. Al primo gran premio della montagna, il gruppo composto da Ciccone, Montaguti Bouwman, Mohoric e Sancez ha un vantaggio sul gruppo di un minuto e pochi secondi. Situazione che con il passare del tempo diventa in piena evoluzione. Infatti i battistrada diventano 12 con in attacco Mohoric ma il gruppo livella il proprio ritardo portandolo a soli 35 secondi. Un ritardo che in ogni caso non viene colmato ma che ai 50 chilometri si acuisce di nuovo diventando un minuto e 25 secondi dal gruppo in maglia rosa. Al secondo gran premio della montagna, Ciccone, Montaguti, Mohoric e Martin sono oltre il minuto dal gruppo. Media di velocità oltre i 38 chilometri orari. Al chilometro 114 il ritardo dal gruppo maglia rosa diventa di un minuto e 32 secondi con una media di oltre 40 chilometri orari di velocità. Ai 146 chilometri il ritardo si fa più consistente portandosi a 3 minuti e 46 secondi. Attacco della maglia rosa al Traguardo Volante di Sarnano con Yates, Pinot, BalleriniReichenbach, e Preidler. Poi la svolta. Prova Marco Frapporti al chilometro 155 portando il ritardo dal gruppetto in maglia rosa via via a 2 minuti e 42 secondi confermate a 45 chilometri dall’arrivo. A tre chilometri dalla fine ecco lo scatto di Mohoric, Nico Denz, seguito a ruota da Sam Bennett. All’arrivo è proprio lo sloveno Matej Mohorica mettere la sua ruota sulla linea del traguardo dietro, di pochissimo, il tedesco Denz poi Bennett. Il lucano Domenico Pozzovivo arriva al traguardo con 34 secondi di ritardo ma felicissimo per la vittoria del suo compagno di squadra Matej Mohoric. In classifica generale Tom Dumoulinsi riprende la seconda posizione guadagnando secondi su Simon Philip Yates della Mitchelton – Scott ancora maglia rosa. Domenico Pozzovivo conferma la quarta posizione ad un minuto dal colombiano maglia rosa. All’arrivo dello sloveno Mohoric le lancette dell’orologio segnavano 6 ore 4 minuti e 52 secondi. Media velocità 50/60 chilometri orari. Media pedalate 85 al minuto per corridore. Domani la 11^ tappa Assisi- Osimo di 156 chilometri con gli ultimi 5 molto impegnativi.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione