Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Giro d’Italia, Bennett vince a Imola sotto la pioggia. Yates resta in rosa. Pozzovivo conferma il quarto posto

 

La 12^ tappa del Giro d’Italia 101, da Osimo a Imola di 214 chilometri, è stata ad appannaggiodell’irlandese Sam Bennett (Bora – Hansgrohe). Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Danny Van Poppel (Team Lotto NL – Jumbo) e Niccolò Bonifazio (Bahrain – Merida).Tappa completamente pianeggiante percorsa per la sua quasi interezza all’interno della statale16 Adriatica con strade larghe e sostanzialmente rettilinee per i primi 130 km. A seguire altri 60 km sempre praticamente diritti lungo la statale 9 via Emilia verso Santarcangelo di Romagna, Cesena e Forlì fino ad immettersi nel circuito automobilistico di Imola e al giro finale sul circuito dei “Tre Monti”. Circuito finale di 15.3 chilometri in parte nel Circuito Automobilistico di Imola e in parte all’esterno.Dalla linea di arrivo percorsi circa 3.5 chilometri del circuito fino alla Variante alta dove si è usciti per immettersi nella salita che porta a Tre Monti. Poi discesa su strade abbastanza ampie e ben pavimentate fino all’ultimo chilometro che ha portato i corridori all’ ingresso della Curva Rivazza a circa 850 m dall’arrivo. Un’ultima curva a 650 m e poi un lungo rettilineo leggermente arcuato largo 8 metri su asfalto perfettamente livellato doveSam Bennett ha trovato la seconda vittoria di questo Giro. La tappa odierna prevedeva 13 secondi abbuono per la classifica generale. Tre al secondo traguardo volante e 10 sul traguardo finale per il primo classificato. Inoltre 90 punti in palio per la classifica della Maglia Ciclamino e 3 punti per la Maglia Azzurra di miglior scalatore Al via 169 corridori. Ai 3 chilometri il gruppo vede partire i primi battistrada Frapporti,Maestri,Senni, Mosca, Zhupa. Ai 10 chilometri i battistrada portano a 4 minuti il distacco dal gruppo in maglia rosa. Ai 60 chilometri il vantaggio si dimezza lasciando sempre minuti importanti pari a 2 minuti e 50 secondi. Ai 100 chilometri dall’arrivo il distacco dal gruppo si conferma ai 3 minuti e 24 secondi. Ai 152 chilometri Frapporti, Maestri, Senni, Mosca, Zhupa consolidano il vantaggio a 2 minuti e 46 secondi.Sull'unica salita di giornata, quella dei Tre Monti, scatti e controscatti degli uomini di classifica riducono ancora di più il plotone, sino a quando, sulla discesa successiva Matej Mohoric prova a sfruttare le sue doti ma viene frenato dall'eccellente lavoro della Bora-Hansgrohe. La pioggia insistente scompiglia tutto e anima un finale non prevedibile con Sam Bennett capace di riprendere la coppia Mohoric-Betancur. Dopo uno sprint di circa 300 metri riesce a mettere la propria ruota davanti a tutti sul rettilineo dell'autodromo Dino ed Enzo Ferrari. Un allungo finale che ha sorpreso anche l'olandese Danny Van Poppel, secondo con lo stesso tempo, e Niccolo' Bonifazio, terzo.  I belgi Baptiste Planckaert e Juergen Roelandts, rispettivamente quarto e quinto. Il danese Michael Morkov, sesto. Manuel Belletti, settimo. Clement Venturini e Florian Senechal, rispettivamente ottavo e nono. Enrico Battaglin, decimo. Nessuna rivoluzione in classifica generale con Yates che conserva la maglia rosa per il sesto giorno consecutivo e conserva 47'' su Dumoulin e 1'04'' su Pinot. Pozzovivo conferma il quarto posto. Tappa percorsa in 4 ore 49 minuti e 34 secondi. Media velocita in alcuni tratti ha raggiunto i 60/65 chilometri orari con oltre 70 pedalate di media per ogni corridore. Domani la 13^ tappa da Ferrara a Nervesa della Battaglia di appena 180 chilometri. Tratto pianeggiante. Tutto per velocisti incalliti.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Banner Marf

Editoriale

Popolarismo e populismo, politica e antipolitica. La lezione di Sturzo dopo un secolo

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Sono parenti ma non sono la stessa cosa. Popolarismo e...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione