Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Calcio, la Soccer Lagonegro a muso duro contro l’amministrazione comunale. Spera, inaccettabile non avere un campo di gioco

«Dopo 14 campionati di cui 5 in eccellenza il soccer Lagonegro non si scriverà più ai campionati lucani di calcio, questo perché  il Comune di Lagonegro non è stato in grado in questi anni di garantire alla società la possibilità di giocare partite in casa in quanto a Lagonegro non esiste un impianto sportivo ammodernato e rispondente ai parametri richiesti dalla FGCI». Sono queste le parole di sfogo di Enrico Spera, direttore generale della Soccer Lagonegro e già assessore comunale che non ha affatto digerito la questione. «La fusione con il Rionero è stata necessaria perché non era possibile continuare a fare sacrifici logistici legati all'impossibilità di disputare allenamenti e partite casalinghe. E con grande rammarico - dice Enrico Spera - che dopo anni di sacrifici e di impegno e anche di importanti successi sportivi ci siamo trovati costretti a dover negare alla nostra comunità l'opportunità di essere presente in importanti campionati regionali, per esclusiva responsabilità di un'amministrazione lontana dalle esigenze dei  cittadini e incapace di mettere in campo anche le più semplici azioni politiche e amministrative necessarie per lo sviluppo di una comunità». Parole forti e dure nei confronti dell’amministrazione comunale che ha costretto la formazione rossonera a girovagare nell’ultimo campionato per i campi di mezza Basilicata per disputare le gare interne: Lauria, Rionero e Avigliano. Senza contare che due anni fa ha usufruito del terreno di gioco di Casalbuono, in provincia di Salerno. Ecco allora la decisione della società, che ha gettato la spugna, per evitare un’altra stagione di viaggi e sacrifici. «Stiamo assistendo ad una vera propria fase di regressione che una città con una storia come quella di Lagonegro non merita. Mi auguro – conclude Spera - che l'amministrazione comunale faccia autocritica di questo ulteriore fallimento politico e si possa presto dare nuovamente ai giovani lagonegresi la possibilità di vivere lo sport del calcio con un campo sportivo decente dove allenarsi e giocare».

Claudio Sole

 

Editoriale

Popolarismo e populismo, politica e antipolitica. La lezione di Sturzo dopo un secolo

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Sono parenti ma non sono la stessa cosa. Popolarismo e...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione