Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Tour de France, bis in volata di Fernando Gaviria

 

Fernando Gaviria, Quick-Step Floors, vince la tappa odierna del Tour de France in 4 ore e 25 minuti. Seconda vittoria per il Colombiano che stacca in volata Peter Sagan e André Greipel. Un italiano al sesto posto Andrea Pasqualon della Wanty – Groupe Gobert. Seconda vittoria per Gabiria in poche tappe. Non gli riusciva dal 2002. Dopo il cronometro a squadre di ieri si torna a parlare di volate alla Grande Boucle: 195 km da La Baule a Sarzeau prevalente pianeggianti. Nella prima parte di gara, dopo la partenza da La Baule la strada è stata quasi sempre piatta per i primi 60 km. Poi ha iniziato un tratto con dei leggeri saliscendi e al km 97 è stato posto lo sprint intermedio di Derval. A 60 km dal traguardo i corridori hanno affrontato l’unico GPM di giornata, la Côte de Saint-Jean-la-Poterie, un muro di 800 metri con una pendenza vicina all’8%. Qui vi è statabagarre per mantenere la testa del gruppo ed evitare di staccarsi. Ai 40 km lo sprint intermedio di Limerzel, che ha assegnato anche gli abbuoni per la classifica generale. Finale tutto pianeggiante con lunghi rettilinei, in cui è stato fondamentale il lavoro dei treni che hanno preparato al meglio la volata conclusiva ricca di emozione. Partenza alle 13,29 con quattro fuggitivi Guillaume Van Keirsbulck (Wanty), Jérôme Cousin (Direct Energie), Dimitri Claeys and Anthony Perez (Cofidis) rimasti lontani dal gruppo per diversi chilometri tenendo una media di pedalate intorno agli 80 di media. Distacco che dopo 80 chilometri faceva registrare 6 minuti e 50 secondi. Ai 100 chilometri si assottigliava a 4 minuti e 30 e ai 90 chilometri finali i minuti diventavano appena 3 minuto fino ad arrivare 2 nei chilometri finali A un 1 chilometro e mezzo  la distanza diventava di secondi fino a quando i quattro iniziali fuggitivi venivano ripresi dal gruppo. Ai 732 metri finali partiva la volata finale. Nel gruppo anche Nibali, Pozzovivo che fino alla fine hanno cercato di stare alle ruote dei velocisti di giornata senza ottenere il risultato sperato. Anche la tappa odierna ha fatto registrare una serie notevole di cadute. La media di velocita si è attestata intorno ai 50 chilometri orari. Bene il lucano Domenico Pozzovivo che in classifica generale risale diverse posizione limando ancora il ritardo dalla maglia gialla di proprietà ancora di Greg Van Avermaet dellabmc racing team

Oreste Roberto Lanza

Commenta l'articolo

 

Editoriale

2 aprile: accendiamo di blu il cielo sui nostri figli autistici. Una riflessione sui centri…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

La giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo di quest’anno non è...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione