Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Tour de France. Van Avermaet in maglia gialla. Ottimo Nibali che guadagna secondi su Froome

La sesta tappa del Tour de France da Brest al Mur de Bretagne di 181 chilometri è di Daniel Martin della Team UAE Emirates. Secondo Pierre Latour, della team AG2R La Mondial, terzo lo spagnolo Alejandro Valverde della Movistar. Percorso che nella prima fase è stato abbastanza tranquilla, nonostante i due GPM presenti. Dopo 44 chilometri si è affrontato la Côte de Ploudiry (di terza categoria, un chilometro al 7%), mentre poco dopo uno strappo di quarta categoria che non ha creato il minimo problema al gruppo. A 15 chilometri dal traguardo un primo assaggio, proprio sulla linea d’arrivo, di ciò che i corridori poco dopo hanno visto sulla scalata al Mur de Bretagne, già affrontato nel 2011 e nel 2015 con 2 chilometri al 7%, con pendenze che arrivano anche al 10%. Discesa, una parte mista e nuova scalata finale verso il traguardo. Non ci sono stati grossi distacchi, ma con andature che sono state sicuramente alte. Tappa partita alle 13,27. Subito un tentativo di fuga che viene effettuato da un uomo della Direct Energie, il francese Damien Gaudin. Poi in successione di tempo la fuga si compone di altri corridori : Laurent Pichon (Fortuneo – Samsic), Damien Gaudin, Fabien Grellier (Direct Energie) Anthony Turgis (Cofidis), Dion Smith (Wanty – Groupe Gobert). Dietro di loro sicompone un secondo gruppetto compost da Quintana, Fulgsang, Vincenzo Nibali e Daniel Martin. Ma è la la Quick-Step Floors squadra al momento più in forma a condurre l’inseguimento. Altra caduta di giornata quella di Primož Roglič . Lo sloveno capitano della Lotto NL-Jumbo, perde tantissimo per cambiare la bicicletta, circa 45 secondi.A 72 chilometri dall’arrivo il vantaggio dei fuggitivi diventa costante e si ferma a 2 minuti e 11 secondi sul gruppo in maglia gialla sempre tirato dalla Quick-Step. All’inizio del Mur de Bretagne il gruppo riprende i fuggitivi. Comincia il lavoro degli scalatori. Vincenzo Nibali si mette a ruota di Froome. Lo segue come un’ombra. Arriva anche Sagan, Fora Duomuolin perdendo 30 secondi e successivamente Bardet. A pochi chilometri dalla fine il gruppo compatto con Sagna che vuole imboccare lo strappo nelle prime posizioni. Inizia la parte finale per arrivare al traguardo. Nibalitiene il passo dei migliori! Daniel Martin solo al comando. Scatta anche il francese Latour. Vince Martin in 4 ore 13 minuti e 43 secondi. Latour secondo e Valverde Terzo. Ma la giornata è tutta per Vincenzo Nibali che non ha perso secondi. Perdono secondi invece Chris Froome (Team Sky), a 8” dalla vetta, Romain Bardet (AG2R) a 30” e Tom Dumoulin (Team Sunweb) a quasi un minuto. In classifica generale Nibali 17 esimo, il Lucano Pozzovivo 26 esimo ma dietro tiene a bada uno dal nome come NairoQuintana Maglia gialla sempre Van Avermaet. Media pedalata 75 velocita 40 chilometri orari. Domani la settima la più lunga. Si va da Fougères, si arriva a Chartres, 231 i chilometri totali.

Oreste Roberto Lanza

 

Editoriale

Grillo e l’autismo. È lo stigma il danno maggiore di quei cinque minuti di follia

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Perché i cinque minuti di follia di Beppe Grillo al...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione