La strada sulla ex SS19 al km 139 circa, nei pressi di Galdo, resta chiusa al passaggio viario. Questa è la decisione presa dal Comune di Lauria e dagli organi istituzionali regionali e provinciali. Il pronto intervento dell’unità cinofile ha scongiurato eventuali presenze di persone sotto le macerie.La presenza del presidente della Provincia, Rocco Guarino, con i tecnici dell'Ente radunati presso il comune ha permesso di fare l'analisi precisa della situazione indicando i primi interventi specifici da attuare. La giornata odierna è stata programmata dal sindaco di Lauria, Angelo Lamboglia per una riunione con il dirigente scolastico e con i genitori coinvolti delle classi afferenti alla Scuola Media Giovanni XXIII e quelle di Galdo, Infanzia e Primaria. “Le scuole sono state riaperte – precisa Angelo Lamboglia, sindaco di Lauria raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione - ciononostante, potrebbero verificarsi eventuali disagi, per cui l'invito che rivolgo, in primis, alle famiglie è quello di segnalare questi disagi in modo tale da poterli fronteggiare nei tempi dovuti”. In ogni caso la situazione è in continuo divenire visto le situazioni atmosferiche previste.“È mia intenzione - sottolinea Angelo Lamboglia - chiedere un tavolo permanente per seguire passo dopo passo,anche dal punto di vista del reperimento di tutte le risorse necessarie, l’evolversi di una situazione che necessita di un impegno da parte di tutti.

Lo scopo è quello di ripristinare al più presto le normali le normali condizioni di circolazione”.Un lavoro e un costo che dovrà trovare diverse risorse finanziarie. “Sicuramente – aggiunge Lamboglia – per adesso la prima attività sarà quella di pulire il costone di rocce, fare ulteriori verifiche di stabilizzazione e successivamente dovrà essere realizzata un’opera di ingegneria per rimodellare la zona oggetto della frana. In queste ore la ditta individuata dalla Provincia di Potenza è al lavoro per cercare di ripristinare le condizioni di sicurezza dell'arteria stradale. I tempi non posso essere quantificati, la mia speranza è quella che nel giro di tre o quattro settimana si possa rendere percorribile un’arteria importante per questo territorio”. Un’arteria fondamentale, visto che giornalmente è transitata da circa 3000 -4000 mezzi al giorno. Pare ormai necessario annotare nell’agenda politica un tema che di anno in anno si fa sempre più rilevante: quello idrogeologico della Lucania. Scriveva Carlo Levi, nel famoso Cristo si è fermato a Eboli: “Qui ci sono continuamente le frane. Quando piove, la terra cede e scivola… Ma tutti gli inverni è la stessa cosa: qualche disastro, piccolo o grosso, avviene tutti gli anni, qui come in tutti gli altri paesi della provincia. Non ci sono né alberi né rocce, e l’argilla si scioglie, scorre in basso, come un torrente, con tutto quello che c’è sopra…”

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault