Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Tour de France, Dylan Groenewegen centra il bis in volata

Altra volata per il Tour de France 2018. L’ottava frazione, quella sempre particolare visto che svolta nel 14 luglio, giorno della festa nazionale francese, partita da Dreux e giunta dopo 181 chilometri in quel di Amiens Métropole è stata vinta da Dylan Groenewgen: l’olandese della Lotto NL-Jumbo trova una fantastica doppietta, grazie ad una strepitosa rimonta. Partenza alle 11.50. Dopo la lunga tappa pianeggiante di ieri, anche oggi un percorso prevalentemente piatto, di 181 km da Dreux ad Amines. Nella prima parte di corsa due GPM di quarta categoria: al km 32 la Côte de Pacy-sur-Eure (2 km al 4,3%) e al km 70 la Côte de Feuquerolles (2,3 km al 4,3%). Poi dopo 86 km lo sprint intermedio di La Neuve-Grange e da qui inizia un tratto in saliscendi. Gli ultimi 40 chilometri tutti in falsopiano, ma l’insidia è stata ancora rappresentata dal vento, che hanno dato origine alla formazione di diversi gruppi. In ogni cado non cambia l’andamento. Nella prima fase di gara è quello visto e rivisto in tutte le tappe dalla partenza dalla Vandea ad oggi. Si muovono in tre, due olandesi ed un francese: Laurens Ten Dam (Sunweb), Marco Minnaard (Wanty) e Fabien Grellier (Direct Energie). Proprio verso il primo GPM di giornata, la Cote de Pacy-sur-Eure, Ten Dam decide di defilarsi tornando così in gruppo. La fuga dei due prosegue senza sussulti: vantaggio massimo di 5′, con il gruppo a gestire al meglio la situazione. Velocisti, come di consueto, che aumentano il ritmo, come di consueto, negli ultimi 50 chilometri. Poi ai 18 chilometri dall’arrivo, come ormai prassi in questo Tour 2018, bruttissima caduta nel plotone: finiti a terra, tra i possibili protagonisti in chiave vittoria Tour, Daniel Martin (UAE Emirates) e Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors). Davanti in solitaria Grellier, ma ha dovuto desistere: gruppo compatto a 7 chilometri dall’arrivo, con il solo Martin che è stato costretto ad un lunghissimo inseguimento con la sua squadra senza riuscire però a rientrare (un minuto perso per lui). Poi negli ultimi5 chilometri aumenta la velocità media oltre i 50 chilometri orari. A provare ad anticipare tutti il belga Philippe Gilbert (Quick-Step Floors): 50 metri guadagnati dall’ex campione del mondo che non è riuscito però a resistere alla rimonta del plotone. Peter Sagan prova ad anticipare lo sprint: in maglia verde il campione del mondo non ne ha però avute per resistere negli ultimi 50 metri. come ieri, spunto finale di dylan gronewegen (lottonl-jumbo): altro passo per l’olandese che trova la doppietta. Sul podio André Greipel (Lotto Soudal) e Fernando Gaviria (Quick-Step Floors), entrambi penalizzati da alcune piccole discussioni in fase di volata. A causa della bagarre e di un lieve contatto, Greipel e Gaviria sono stati retrocessi in fondo al gruppo in cui sono arrivati. Dunque Sagan secondo e Degenkolb terzo. Nibali tallona sempre Fromme e guadagna ancora una posizione in classifica generale. Lo stesso fa Domenico Pozzovivo che tiene lontano Nairo Quintana, Peter Sagan, Daniel Martin e Alexis Vuillermoz. Resta in Maglia Gialla Greg Van Avermaet.

Oreste Roberto Lanza

 

Editoriale

Popolarismo e populismo, politica e antipolitica. La lezione di Sturzo dopo un secolo

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Sono parenti ma non sono la stessa cosa. Popolarismo e...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione