Si chiama mensa plastic free. E’ la piccola rivoluzione attuata anche a Latronico, piccolo centro della valle del Sinni in provincia di Potenza. Un progetto partito in tutta Italia nel 2017 dove molte mense scolastiche hanno totalmente eliminato la plastica con l’acquisto di piatti in ceramica, posate in acciaio, bicchieri in vetro e lavastoviglie industriale. L’ente civico latronichese, viste le tante vicissitudini che si sono verificate nel passato anno scolastico con l’azienda che gestiva il servizio mensa, ha colto l’idea, come città del benessere, di aderire alle indicazioni europee  adottate anche  del Ministero dell’Ambiente di bandire la plastica da tutti gli uffici pubblici. Una decisione frutto di circostanze anomale dove l’ente civico riscontrava, nella mensa comunale della città, situazioni gastronomiche anomale, come anche la presenza di cibo avariato.Tante le contestazioni dei genitori che, con il tempo, hanno accolto la proposta dell’ente civico, coordinata dalla consigliera Pina Parisi che ha partecipato alle tante riunioni con il comitato mensa,di aderire alla svolta ambientale. Soddisfazione dell’amministrazione comunale, in particolare del primo cittadino Fausto De Maria per il risultato ottenuto . “Oltre ad avere – ha dichiarato Fausto De Maria, Sindaco di Latronico- per quello che è possibile prodotti del territorio, la condizione principale richiesta dai cittadini e approvata dall’amministrazione è stata l’eliminazione totale della plastica, con scelta di piatti di porcellana rispetto a quelli di melanina, di brocche d’acqua pubblica anziché bottiglie di plastica. In questo modo facciamo bene non solo all’ambiente ma anche alla salute dei bambini. Uno sforzo in termini di costo per i genitori c’è stato ma il profitto finale è più lodevole perché legato alla salute di tutti compreso l’ambiente che ci circonda”. Una città, Latronico che anche per questa circostanza dimostra di essere all’avanguardia nel campo delle iniziative ambientali. Infatti, una direttiva europea stabilisce l’eliminazione della plastica entro il 2021.

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault