Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Tour de France, Vince Thomas. Nibali abbattuto da una moto riparte alla grande ma poi si ritira

 

La 12esima tappa del Tour de France da Bourg Saint Maurice a les Arcs All’alpe d’Huerz di 175,5 chilometri se l’aggiudica il britannico Geraint Howell Thomas in 5 ore 18 minuti e 37 secondi. Secondo Domoulin, poi Froome , Bardet e Landa. Ma il clamoroso della giornata è la caduta di Vincenzo Nibali ai 3 chilometri e 800 metri a causa di un urto con delle moto della La Gendarmeria nazionale francese che non sono riusciti ad evitare il corridore italiano. La grandezza di Nibali è stata quella di ripartire e recuperare un notevole ritardo arrivando al traguardo dopo 13 secondi dal vincitore di tappa. Vincenzo Nibali ha dimostrato di essere in corsa molto di più degli altri favoriti. il siciliano si frattura una vertebra: il suo Tour de France, proprio ora che dava segnali incoraggianti di crescita di condizione, finisce qui. Una tappa indicativa per la vittoria finale con diverse soprese in corsa. Non sono mancate le solite circostanze che hanno evidenziato la cattiva organizzazione per questo 105 esimo Tour de France.Un traguardo su  l’Alpe d’Huez, conquistata per la prima volta da Fausto Coppi nel 1952. Gli altri italiani che hanno vinto in cima sono Bugno (2), Pantani (2), Conti e Guerini. Si è partiti nella Savoia,con una trentina di chilometri pianeggianti. Poi si è iniziati a salire: Col de la Madeleine, con 25 chilometri al 6%. Lunghissima discesa, lo strappo di Lacets (3,4 chilometri all’8%) e di nuovo un’ascesa infinita, con i corridori che hanno pedalato più di un’ora in alta quota: Croix de Fer (29 chilometri al 5,2%). Scollinamento a 64 dall’arrivo: ancora una lunghissima discesa, fondovalle e la famosissima Alpe D’Huez. 13.8 chilometri all’8,1%, con il gruppo sfaldato dalle fatiche precedenti. Ad oltre 1800 metri d’altitudine si è fatta la differenza con lo scatto dei favoriti alla vittoria finale insieme con la maglia gialla.Vincenzo Nibali resta quarto, ancora pienamente in corsa per la vittoria. Maglia gialla a Thomas. Domani tredicesima frazione. Partenza da Bourg d’Oisans e arrivo a Valence al termine di 169,5km di corsa. Terminato il trittico alpino, tornano in scena le ruote veloci. Unico ostacolo altimetrico per gli amanti della volata è la Cote de Brié, salita di terza categoria (2,4km al 6,9%). 

Oreste Roberto Lanza

 

Editoriale

Grillo e l’autismo. È lo stigma il danno maggiore di quei cinque minuti di follia

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Perché i cinque minuti di follia di Beppe Grillo al...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione