Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Tour de France, nella 13esima tappa tris di Peter Sagan. Battuti Kristoff e Demare

La 13 esima tappa del Tour de France è di Peter Sagan che cala il tris imponendosi anche sul traguardo di Valence. Il campione del mondo ha battuto in una volata di gruppo il norvegese Alexander Kristoff e il francese Arnaud Démare, rafforzando la leadership della maglia verde. Giornata tranquilla per gli uomini di classifica con Geraint Thomas che resta sempre in giallo. Al via partono all’attacco due corridori: Thomas De Gendt (Lotto-Soudal) e Tom Scully (EF). Segue poi una fase con una serie di scatti e contro scatti dalla testa del gruppo, da cui riescono ad uscire Michael Schär (BMC) e Dimitri Claeys (Cofidis). Dopo 30 km si completa l’inseguimento e si forma così un quartetto al comando. Sul GPM della côte de Brié transita primo De Gendt, che vince anche lo sprint intermedio di St-Quentin-sur-Isère, mentre Scully scollina al comando sulla côte de Sainte-Eulalie. Le squadre dei velocisti mantengono sempre il gap sotto controllo e il vero inseguimento del gruppo inizia negli ultimi 40 km. Ai -25 km Schär attacca, mentre il resto della fuga viene progressivamente ripreso. L’azione dello svizzero è ottima, ma anche lui si deve arrendere a 5 km dal traguardo. Ultimo chilometro Philippe Gilbert (Quick-StepFloors),  sferra l’atttacco, cercando di  sorprendere il gruppo. Pura illusione. I sogni di gloria del belga si spengono negli ultimi 300 metri. A questo punto parte lungo Arnaud Démare (Groupama – FDJ), ma alla sua ruota si piazzano Alexander Kristoff (UAE-Team Emirates) e Peter Sagan (BORA – hansgrohe) che lo saltano dall’esterno con il campione del mondo che ha migliore spunto negli ultimi metri e riesce a battere il norvegese. Terzo posto invece per il transalpino. Alle spalle si piazzano John Degenkolb (Trek – Segafredo) e Greg Van Avermaet (BMC). Due italiani nella top 10: Andrea Pasqualon (Wanty – GroupeGobert) ottavo e Sonny Colbrelli (Bahrain Merida). Invariata quindi la classifica generale con Geraint Thomas (Team Sky) che resta al comando con 1’39” di vantaggio sul compagno di squadra Chris Froome e 1’50” su Tom Dumoulin (Sunweb). Un pensiero per lo squalo Vincenzo Nibali obbligato al ritiro per la caduta di ieri. Oggi la squadra ha sofferto la sua assenza gestendo al meglio la tappa. Di italiani all’arrivo ottavo Pasqualon, nono Colbrelli.

Oreste Roberto Lanza

 

Editoriale

Grillo e l’autismo. È lo stigma il danno maggiore di quei cinque minuti di follia

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Perché i cinque minuti di follia di Beppe Grillo al...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione