Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Tour de France, Alexander Kristoff sprinta sui Campi Elisi, trionfo finale per Geraint Thomas. Pozzovivo miglior italiano

 

Cala il sipario sull’edizione 105 del Tour De France con l’ultima tappa vinta dal norvegese Kristoff chesi impone sui Campi Elisi con una volata di grandissima potenza. Vittoria netta davanti a Degenkolb e Demare, Boasson Hagen e Richeze. Geraint Thomas è maglia gialla. Primo gallese della storia. Sul podio con lui Tom Dumoulin, secondo a 1 minuto e 51 secondi, terzo Chris Froome a 2 minuti e 24 secondi, quarto Roglic a 3 minuti e 22 secondi, quinto Kruijswijk a 6 minuti e 8 secondi, sesto Bardet a 6 minuti e 57 secondi, settimo Landa a 7 minuti e 37 secondi, ottavo Martin a 9 minuti e 5 secondi, nono Zakarin a 12 minuti e 37 secondi, decimo Quintana a 14 minuti e 18 secondi.Miglior italiano Domenico Pozzovivo, 18 esimo con 39 minuti e 8 secondi. Un Tour partito il 7 luglio scorso da Noirmoutier-en-l'Île, vicino Nantes, con arrivo sugli Champs Élysées. Un percorso ben disegnato e composto da otto tappe per velocisti, cinque per i differenti corridori da classiche e per i fuggitivi, sei per scalatori, una cronometro a squadre e una individuale.Un percorso in territorio quasi tutto francese, con una piccola divagazione spagnola sui Pirenei. Un’edizione più breve dal 2003 a oggi, se si guarda il chilometraggio complessivo di ben 3351 chilometri. Questa edizione però ha visto un aumento dei chilometri a cronometro, calati nel 2017 a 36,5 e risaliti quest’anno a 66,5. Tanti momenti positivi e tante quelli negativi. Tante sorprese, tante circostanze da rivedere anche a livello organizzativo. Momenti da ricordare e altri da dimenticare.  Tutti i momenti chiave del Tour de France. La maglia gialla di van Avermaet, le cadute di Nibali e Porte, le vittorie alpine di Geraint Thomas, gli sprint della maglia verde di Peter Sagan. Vincere la sesta maglia verde è stato facile, portarla fino a Parigi un discreto martirio per colpa di una caduta in discesa dai Pirenei. Sagan vince 3 tappe in volata, stringe i denti e sale ancora sul palco degli Champs Elysees. Pierre Latour, miglior giovane del Tour è francese che corre per la AG2R La Mondiale, 13esimo della classifica generale. Julian Alaphilippe vince una tappa alpina in salita e una pirenaica in discesa. È stato il primo corridore nella storia del Tour de France a scollinare in testa a 4 Hors Catégorie: ultimo il Tourmalet. Un nuovo fenomeno del ciclismo mondiale che celebra la sua maglia a pois. Un grande Geraint Thomas. Dalla presa della maglia gialla sulle Alpi al trionfo di Parigi. Èla favola del gregario che diventa capitano e alza le braccia al cielo dell’Alpe d’Suez. Nessuno potrà dimenticare la caduta dello Squalo, Vincenzo Nibali, vincitore del Tour del 2014, a ruota con Froome e che per una negligenza viene urtato perdendo definitivamente la probabilità di un podio al Tour De France. I favoriti da Tom Doumoulin a Froome hanno dimostrato di esserci e di saperci fare. Ma contro l’imprevedibilità delle forature, di cadute accidentali o i cali fisici di giornatanulla si può. Alla fine il miglior italiano è stato proprio il lucano Domenico Pozzovivo. Dopo un ottimo Giro D’Italia e la perdita del suo capitano Nibali, ha gestito al meglio le proprie forze dimostrando con pazienza e tenacia di essere in continua crescita. 

Oreste Roberto Lanza

 

Banner Marf

Editoriale

Popolarismo e populismo, politica e antipolitica. La lezione di Sturzo dopo un secolo

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Sono parenti ma non sono la stessa cosa. Popolarismo e...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione