Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Calcio Lega Pro, Gir. C: la Cavese in rimonta batte un Matera senza convinzione

 

Al Lamberti Cavese - Matera 2-1. La settima giornata non porta fortuna ai biancoazzurri materani. Obbligo imprescindibile per i lucani era quello di vincere per tirare un primo sospiro di sollievo e allontanare l’ultimo posto. Perdere oggi significa far precipitare la situazione . Rosario Lamberti, nuovo patron del Matera Calcio, non è stato, al momento,  il giusto propellente per dare  uno scossone all’ambiente. Il Tecnico Materano Imbimbo, sistema la squadra con l’ormai consolidato  3-5-2. In panchina il centrocampista Bangu e Garufi, insieme con lo scalpitante Corado .In attacco grande fiducia sempre a Scaringella con una difesa ben attenta e guidata dall’inossidabile capitano Stendardo. Parte veloce il Matera alla ricerca del goal del vantaggio. Dopo quattro minuti potrebbe passare su rigore non concesso dall’arbitro Alessandro Di Graci di Como.Su una conclusione di Orlando, in piena area un difensore di casa colpisce il pallone con la mano: sacrosanto il rigore non concesso ai biancoazzurri. Ma il Matera non si scompone, cerca con tutta la forza il vantaggio. Al 14’ Triarico. Bellissimo cross messo al centro da parte del numero 20: pallone pericoloso, preda di Vono che anticipa Ricci pronto ad insaccare in rete. Passano appena cinque minuti e il Matera passa. E’ il 19’ quando Ricci sblocca la partita. Azione dei biancoazzurri. Rimessa laterale di Triarico, colpo di tacco di Scaringella che serve Ricci che stampa in rete. Matera in vantaggio senza illusioni di sorte ma con l’intento preciso di cercare il raddoppio. La Cavese cerca di risvegliarsi dal torpore di inizio gara e comincia a guadagnare terreno. Al 28’ il giocatore della Cavese Rosafio si mangia letteralmente la palla del pareggio.Errore di Galdean che regala palla a Sciamanna: quest'ultimo imbecca Rosafio che tutto solo davanti a Farroni calcia clamorosamente a lato. La Cavese spinge molto alla ricerca della parità. Al 36’ l’allenatore della Cavese, Modica, procede ad un cambio. Esce Inzoudine, entra Manetta. Vera e proprio bocciatura per il numero 27 che finora non ha fatto bene. Al 38’ la Cavese finalmente pareggia.Veloce ripartenza della formazione campana: ottimo pallone di Rosafio che diventa imprendibile per la difesa biancoazzurra che bracca Sciamanna, ma viene beffata da Agate che trafigge Farroni. Due minuti di recupero e tutti nello spogliatoio quando la Cavese stava spingendo al massimo per ottenere il vantaggio. Seconda frazione di tempo Cavese sempre in avanti. Al 57’ ancora il giocatore della Cavese Rosafio. Cavese a millimetri dalla rete del vantaggio. Ripartenza dei padroni di casa con Rosafio, Farroni esce fino alla trequarti nel tentativo di allontanare: sbaglia tutto. Ci riprova Rosafio con una conclusione dalla distanza: palla di poco alta. Al 59’ è il difensore materano Stendardo a salvare la sua squadra con un intervento decisivo su Rosafio. Palla in corner. Al 68’ la Cavese si dirova il vantaggio con Sciamanna. Rosafio serve Sciamanna che si gira, ma tutto solo davanti a Farroni calcia debolmente. Il Matera sotto pressione non riesce a trovare il bandolo della matassa. Al 72’ l’allenatore della Cavese procede a delle sostituzioni. Doppio cambio per la Cavese: escono Tumbarello e Migliorini, entrano Mincione e Favasuli. Mossa azzeccata . Al 74’ Cavese in vantaggio. Ancora Rosafio. Ottimo assist del neo entrato Bettini che trova Rosafio che con una strana e beffante traiettoria beffa Farroni. Il Matera reagisce è all’83’ Matera vicino al pareggio con Triarico.Stendardo calcia lungo, scivola Vono e pallone che per poco non beffa il portiere di casa.Il Matera cerca il pareggio con tutte le proprie forze fino alla fine . Al 90’ traversa del Matera. Miracolo di Vono che salva i suoi. Cross di Bangu per l'incornata di Corado. Ma Al 91’ la Cavese cala il tris. Con Sciamanna. Clamoroso errore di Bangu che serve Sciamanna, mandandolo a tu per tu con Farroni che stampa in rete. Finisce qui dopo cinque minuti di recupero. Notte fonda per il Matera che da tempo non riesce a vdere la luce in fondo al tunnel. La squadra parte bene e gioca solo un tempo , va in vantaggio poi, la seconda frazione diventa fatale per gli uomini di Imbimbo.

Cavese (4-3-3): Vono; Lia (59′ Nunziante), Bruno, Licata, Inzoudine (37′ Manetta); Tumbarello (74′ Mincione), Migliorini (74′ Favasuli), Fella; Rosafio, Sciamanna, Agate (59′ Bettini).A disp.: De Brasi, De Rosa, Buda, FloresHeatley, Landri, Zmimer, Di Fazio, Silvestri. All.: Giacomo Modica.

Matera (3-5-2): Farroni; Stendardo, Corso (83′ Bangu), Risaliti; Triarico (83′ Dammacco); Genovese, Galdean, Ricci, Sepe; Orlando, Scaringella (59′ Corado).A disp.: Guarnone, Milizia, ElHilali, Auriletto, Lorefice, Dammacco, Casiello, Sgambati, Arpino, Garufi. All.: Eduardo Imbimbo.

Arbitro: Sig. Alessandro Di Graci (sez. Como).

Reti : 20′ Ricci (M), 39′ Agate (C), 75′ Rosafio (C), 92′ Sciamanna (C).

Ammoniti: Lia, Rosafio, Manetta, De Brasi, Nunziante (C), Risaliti, Corso, Stendardo, Orlando (M).

Oreste Lanza

 

Editoriale

Grillo e l’autismo. È lo stigma il danno maggiore di quei cinque minuti di follia

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

Perché i cinque minuti di follia di Beppe Grillo al...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato. La redazione si riserva il diritto di valutare la pubblicazione degli articoli. Si precisa che la mera pubblicazione degli articoli non costituisce in nessun modo vincolo di compenso o di contratto per la redazione