Risultato storico per i lucani neopromossi in Lega Pro

Regalo di Pasqua per il Potenza che batte al Viviani la Viterbese 2-1. La 36 esima del girone C era giornata di verdetti per le prime posizioni, soprattutto per l’accesso alla zona play off. Il Potenza giocava per l’ingresso definitivo nella griglia delle squadre che si giocheranno il secondo posto alla promozione in serie B.Per il lucano di mister Raffaele è stata la partita della vita. Il quinto posto, insediato dalla Virtus Francavilla, Monopoli e Casertana, andava mantenuto e consolidato. Potenza che nell’ultimo periodo ha meritato la posizione per positivi risultati ottenuti. Prima della sconfitta con il Trapani, i lucani avevano collezionato ben 13 risultati utili consecutivi in campionato:sette vittorie e otto pareggi.Serie positiva confermata dai ventuno gol messi a segno e da un’ottima difesa, con soli dodici gol al passivo sempre nelle partite giocate a Potenza. Uno score importante. Pronti e via. Parte di gran carriera il Potenza.Al 2’prima iniziativa dei padroni di casa che si rende pericolosa con un traversone di Panico. Al quarto ancora i padroni di casa insidiosi con una punizione di Emerson su cui colpisce di testa Coccia: palla fuori di un soffio. Ospiti in difficoltà in questa primissima parte della gara, con il Potenza che cerca di fare la partita. Al dodicesimo si verifica il primo cambio della partita, Bacio Terracina prende il posto di Coccia per un problema muscolare. Al 16’ prima uscita della Viterbese che si procura un calcio di punizione dal limite con Molinaro. Palla che finisce nella mano del portiere lucano Breza. Potenza che non molla l’avversario pressando a centrocampo per arrivare alla rete del vantaggio. Al 29’ è Bacio Terracino che ci prova dal limite con un gran tiro che finisce fuori dalla prospettiva della porta dell’estremo difensore ospite. Al 33’ ci prova Guaita ma il suo fendente viene ben controllato dalla difesa ospite. Il Potenza c’è e la Viterbese cerca di difendersi al meglio chiudenti i varchi sulle fasce dove avviene la maggiore fluidificazione degli esterni lucani.Ma al 35’ il Potenza passa.Ci pensa Emerson con un tiro da 35 metri, su un passaggio creato da Coppola, palla che finisce sotto la traversa alla destra di Forte. È il tripudio della curva dei tifosi lucani che sognano la grande impresa di giornata. Potenza che ci crede e va alla ricerca del doppio vantaggio. Al 40’ ci prova Lescano con un tiro da oltre trenta metri dall’area della difesa degli ospiti: pallone che finisce di poco dalla porta difesa da Forte. Tre minuti di recupero e si va negli spogliatoi con il Potenza in vantaggio.Al rientro , Stefano Sottili, allenatore della Viterbese, procede ad una sostituzione. Al 46’ entra Damiani esce Cenciarelli. Viterbese alla ricerca del pareggio con una prima azione insidiosa. Al 47’ ci prova Molinaro con un tiro forte e calibrato che si stampa sul legno della porta di Breza. Viterbese che procede a tre sostituzioni. Al 65’ entrano in campo Palermo al posto di Molinaro e Pacilli al posto di Zerbin e Vanderputte per Coppola. Squadra rivoluzionata a centrocampo e in attacco per cercare di arrivare al pareggio. Laziali che aumentano la velocità di gioco cercando di aggredire con maggiore sfrontatezza i padroni di casa sulle vie esterne.Ma il Potenza ad essere più concreto dei laziali. Al 70’ è Bacio Terracina che ci prova ma il suo tiro viene ribattuto daun difensore della Viterbese. Due minuti dopo Potenza raddoppia. Al 72’ è Ricci e a mettere in cassaforte il risultato con un tiro magistrale dalla distanza, palla che finisce nell’angolo basso alla destra del portiere forte. Potenza che ora gestisce la palla sulla linea di centrocampo. Giuseppe Raffaele, allenatore del Potenza, procede a tre sostituzione. All’80’ Piccinni sostituisce Ricci, Genghi per Bacio Terracino e Antonio Sepe al posto di Panico. Potenza più coperto sulle fasce per controllare il risultato nei minuti finali. Pericolo ancora per la difesa Viterbese. All’84’ è Guaita che effettua un forte tiro in porta che con difficoltà viene parato dal portiere Forte. Lucani che insistono per la terza rete e Viterbese alla corda in netta difficolta a centrocampo e a tratti sulle linee della difesa. Pericolo ancora per la difesa della Viterbese. All’88’ tiro di Guaita con palla salvata sulla linea di porta dal difensore Atanasov. In zona di recupero, la Viterbese va in gola per una distrazione in difesa dei lucani. Al 92’ ci pensa Damiani su un passaggio del difensore Atanov. Dopo 4 minuti di recupero finisce la partita con la vittoria del Potenza. Il Potenza ai Play off matematicamente. Risultato storico per la neo promossa del Presidente Salvatore Caiata che si giocherà la promozione in serie B. Sarà l’ultima trasferta stagionale, quella di domenica prossima a Caserta, che certificherà il quinto posto per il Potenza.

POTENZA – VITERBESE 2-1


POTENZA: Breza; Panico (79' Sepe), Dettori, Coccia (12’ Bacio Terracino) (79' Genchi), França (21’ Lescano), Giosa, Sales, Ricci (79' Piccinni), Coppola, Emerson, Guaita. A disp.: Mazzoleni, Ioime, Matino, Murano, Matera, Di Somma, Longo. All.: Raffaele.

VITERBESE: Forte; Atanasov, Cenciarelli (46' Damiani), Rinaldi, Coda, Sparandeo, Coppola (66' Vandeputte), Zerbin (66' Pacilli), Luppi (57’ Bismark), Molinaro (66' Palermo), Tsonev.  A disp.: Thiam, De Giorgi, Milillo, Polidori, Mignanelli, Sini, Artioli. All.: Calabro.


Arbitro: Paride De Angeli di Abbiategrasso.(Salvatore Marco Dibenedetto di Barletta e Leonardo De Palma di Foggia).

Marcatori: Emerson (P) 35', Ricci (P) 72', Damiani (V) 92'.
Ammoniti: Ricci (P), Vandeputte (V), Pacilli (P).
Note :Recupero: 3' pt, 4'st. Spettatori: 3924 per un incasso di € 38.871,76.

Oreste Roberto Lanza


0
0
0
s2sdefault

sponsor

Sponsor