Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

A+ A A-

Calcio Lega Pro, Girone C : Matera e Andria,un pari senza gloria e infamia

Al XXI settembre finisce a reti bianche la partita tra Matera e Fidelis Andria. Un incontro piùche giocato in campo, ai tanti è parsa giocato a tavolino. Poche emozioni, poche azioni di rilievo. Ospiti ben abbottonati e padroni di casa a cercare di fare risultato. Solita partenza veemente degli undici di Auteri che tra il minuto 5’ e il minuto 12’ riescono ad inanellare ben 3 calci d’angolo senza un esito positivo. Un Matera che cerca il risultato ma senza convinzione e forse la giusta volontà. Continui i fraseggi a centrocampo e con gli ospiti chiusi nei propri 30 metri dalla porta dell’estremo difensore Cilli. La noia che si è fatta prassi ha un sussulto di emozione solo al minuto 21’, quando l’arbitro annota sul suo taccuino il nome del centrocampista ospite Tartaglia e al minuto 25’ con il primo giallo il lucano Armellino. Poi è Giovanni Luciano di Lamezia Terme fischietto della gara che decide di mandare negli spogliatoi i ventidue giocatori per intervenuta apatia tra gli stessi. La partita non cambia atteggiamento nella seconda frazione di tempo che riesce a raccontare e a contabilizzare il solo numero di calci d’angolo, delle ammonizioni e quello delle sostituzioni. I calci d’angolo alla fine per i lucani sono ben 7. Auteri sostituisce al minuto 64’ Armellino con Infantino. Al minuto 73’ Carretta fa posto a Salandria e al minuto 79’ Sartore entra al posto di Negro. Diverse le ammonizioni da ambedue le parti. Una partita senza un senso preciso e con errori identici di quelli visti tre giorni fa sul campo del Fondi. Un match che i Lucani avrebbero potuto vincere tranquillamente se solo Negro e compagni ne fossero stati convinti e consapevoli a sfruttare i pochi spunti creati. Punto debole della compagine lucana la parte offensiva dove Negro, Strambelli e Carretta hanno faticato molto a trovare la giusta coordinazione e coesione, perdendosi con estrema facilità tra le maglie della squadra ospite che si è chiusa perfettamente. Brutta partita che ha il pregio di smuovere la classifica con il punto guadagnato. Domenica si va Castellammare di Stabia per giocarsi il destino del Terzo posto. Al Romeo Menti Auteri e compagni non posso più sbagliare.

MATERA - FIDELIS ANDRIA 0-0

MATERA (3-4-3): Tozzo, Mattera, De Franco, Ingrosso, Di Lorenzo, Armellino (dal 19’ st Infantino), De Rose, Casoli, Carretta (dal 28’ st Salandria), Negro (dal 31’ st Sartore), Strambelli. A disposizione: D’Egidio, Biscarini, Gigli, Didiba, Meola, Armeno, Iannini, Dammacco, Lanini. Allenatore: Auteri.

FIDELIS ANDRIA (3-5-2):Cilli, Aya, Rada, Curcio, Tartaglia, Minicucci (dal 43’ st Bottalico), Onescu, Cruz (dal 21’ st Beradino), Tito, Croce (dal 21’ st Volpicelli), Cianci. A disposizione: Lullo, Pop, Allegrini, Fall, Ippedico, Spinelli. Allenatore: Favarin.

ARBITRO: Giovanni Luciano (Lamezia Terme).

NOTE: Terreno di gioco in perfette condizioni. Ammoniti: Armellino, Casoli (M) e Tartaglia, Cruz, Onescu, Cilli, Curcio, Cianci (FA). Angoli: Recupero: 2’ p.t e 5’ s.t. Spettatori: 2000 circa con un centinaio dei quali provenienti da Andria.

Oreste Roberto Lanza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commenta l'articolo

 

Editoriale

I 18 anni di mio figlio autistico. Finché c’è scuola c’è speranza, e oltre la…

Francesco Addolorato - avatar Francesco Addolorato

E così mio figlio autistico ha compiuto i 18 anni...

Contattaci all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Redazione

Powered By ComunicareIdee

BasilicataNotizie è una testata giornalistica iscritta nel Registro dei Periodici del Tribunale di Lagonegro (art. 5 L. 47/1048) N. Reg. Per. 4/2012 del 02/05/2012 - Diretta da Francesco Addolorato